L'ANNIVERSARIO. Borsellino 30 anni dopo. I depistaggi, le rimozioni

L'ANNIVERSARIO. Borsellino 30 anni dopo. I depistaggi, le rimozioni

borsellino1

BORSELLINO 30 ANNI DOPO VIA D’AMELI
IL DEPISTAGGIO DELLO STATO
LE NOTIZIE CHE NON TUTTI CONOSCONO

Lo Stato, in sue diversi articolazioni, invece di accertare la verità su Borsellino ha ingannato l’opinione pubblica. A trent’anni della strage di via D’Amelio chi si occupa di questo argomento ha il dovere si scrivere questo, indicando responsabilità, depistaggi e fatti certi.

Sul punto offro alcune notizie che non tutti conoscono:
1) Pochi giorni fa il tribunale di Caltanissetta ha dichiarato prescritte le accuse contestate a Mario Bo e Fabrizio Mattei, due dei tre poliziotti accusati di avere depistato le indagini sulla strage di via D'Amelio costata la vita al giudice Paolo Borsellino e agli agenti della scorta. Assolto il terzo imputato, Michele Ribaudo. Erano imputati di calunnia aggravata dall'avere favorito la mafia. Il venire meno dell'aggravante ha determinato la prescrizione del reato di calunnia.
Secondo la Procura, gli imputati, che appartenevano al pool incaricato di indagare sulle stragi del '92, con la regia del loro capo, Arnaldo La Barbera, poi deceduto, avrebbero creato ad arte i falsi pentiti Vincenzo Scarantino, Salvatore Candura e Francesco Andriotta, costringendoli a mentire e ad accusare della strage persone poi rivelatesi innocenti e che hanno scontato ingiustamente anni di carcere.

2) il lavoro dei pm nisseni e le dichiarazioni del pentito Gaspare Spatuzza, che ha ridisegnato le responsabilità nell'attentato dei clan rimasti fuori dalle indagini, e che ha scagionato gli imputati accusati ingiustamente, ha svelato un depistaggio, definito dai giudici dell'ultimo processo sulla morte di Borsellino come il più grave della storia della Repubblica. 
Depistaggio che questa sentenza non esclude. 

3) la pista Scarantino, improbabile mafioso e pentito, è stata accreditata e voluta dall'ex capo della Mobile di Palermo, Arnaldo La Barbera, capo del gruppo investigativo delle stragi che aveva fretta di chiudere le indagini.

4) Un documento ha rivelato che La Barbera, morto nel 2002, era un uomo del Sisde indicato a volte come "Fonte Catullo" altre volte come “Rotilius”. Era lui a guidare i funzionari di polizia poi promossi, ora prescritti e assolti.

5) Paolo Borsellino non venne coinvolto nelle indagini di Caltanissetta sulla strage di Capaci.

6) I magistrati che indagarono su via D’Amelio hanno riferito alla Commissione d’inchiesta della regione Sicilia: “Ci accorgemmo che Scarantino non era credibile, ma come potevamo fermarci?”

7) Alle indagini su via D’Amelio partecipò Ilde Boccassini che in una relazione scritta con il collega Saieva fa presente che Scarantino non era credibile e che la sua verità era costruita ad arte. La relazione dei magistrati, secondo Claudio Fava, è sparita dagli atti.

8) Quando Spatuzza confessa di essere autore della strage uno dei magistrati di Caltanissetta ritiene le sue dichiarazioni “non rilevanti” e sostiene che quella confessione “potrebbe mettere in dubbio le verità accertate”.  

9) L'ex pm di Marsala Massimo Russo, alla vigilia della strage di via D'Amelio, ha detto all'Ansa che i depistaggi cominciarono a Marsala con le dichiarazioni di Vincenzo Calcara. Ha poi ricordato di quando, Paolo Borsellino (siamo a fine giugno 1992) gli confidò di essere stato "tradito" da un amico e di "sentirsi in un covo di vipere" a Palermo.

(Fonti ) Ansa, Gianfranco Criscenti, Claudio Fava in “Archiviare Borsellino” il Venerdì di Repubblica.
Su Borsellino e i depistaggi ho scritto un capitolo del mio libro “Toghe rosse sangue”. (“Città del Sole”)


  • L’INTERVENTO. Il sistema universitario calabrese e le risse da pollaio

    FIIPPO VELTRI
    «L’Unical ha laureato più di centomila giovani calabresi, realizzando così quello che era il sogno dei padri fondatori: diventare fucina della classe dirigente’’: cosi’ ha detto ieri mattina nel corso della cerimonia per i 50 anni di istituzione dell’ Ateneo…
  • L'ANALISI. O si sconfigge il nazionalismo o si frantuma l'Europa

    ALDO VARANO
    UNO. C’è una gran confusione in Europa. Oppure, forse, no. Dipende tutto dal punto di vista di osservazione che si sceglie per le proprie analisi. Si pensi al price cap, cioè al tentativo che si sta consumando proprio in queste ore di mettere un costo…
  • LIBRI. Diario di un'estate di lettura

    EMMA CHIERA
    Dopo un’assenza di quasi tre anni impostami dal covid, sono tornata a casa e vi ho ritrovato un giardino con ostinate tendenze a giungla, assieme ad una bougainvillea che si crede un baobab!Naturalmente, anche quella che si avvia alla fine è stata una delle…
  • CORSIVI. Destra, Sinistra e Cubani

    FIIPPO VELTRI
    Uno pensa che alla notizia dell’arrivo dei medici cubani in Calabria da sinistra si levi qualche inno, seppur timido, di gioia: Cuba, la rivoluzione, Fidel, il Che…. Un po’ di memoria storica esiste ancora, perdio! E invece nulla: non ci sono più le…
  • L'INTERVISTA. Pietro Ignazi, ordinario di Scienze politiche UniBo

    RICCARDO TRIPEPI
    La campagna elettorale si appresta a vivere la sua parte decisiva prima del voto fissato per il prossimo 25 settembre. Oscurati i sondaggi, i partiti provano a compiere il massimo sforzo e a centrare i temi fondamentali per recuperare più consenso possibile.…
  • Agosto 1863, si apre, a Reggio, la prima conferenza magistrale

    MARIA FRANCO
    Il 9 luglio del 1863, il regio ispettore Paolo Delfino invia al sindaco di Reggio Calabria, il regio commissario Alessandro Magno, una lettera con la copia “di un manifesto a stampa per le conferenze magistrali che si apriranno in Reggio di Calabria, con…
  • Maurizio De Giovanni 2/ I Guardiani

    FRANCESCO RUSSO*
    … e si addentrarono nel dedalo della città antica. Marco camminando svelto raccontava, indicando di volta in volta i riferimenti di quello che diceva. Parlò del tracciato ortogonale della città greca, ideata dall’architetto Ippodamo da Mileto, allievo di…
  • ELEZIONI. Il marchese del Grillo, viaggi in Arabia e revisionisti

    PARIDE LEPORACE
    🔴 In Gazzetta Ufficiale: Decreto legge conferisce poteri speciali al Presidente del Consiglio.Inspiegabile la data di entrata in vigore il giorno prima delle elezioni e ancor più è inspiegabile in che modo verranno esercitati i poteri speciali. Super Mario il…
  • ELEZIONI. Partiti fragili, contenuti vaghi, guerre su social, giornali e Tv

    ALDO VARANO
    Dal 1994, per l’esattezza 28 anni, un periodo lunghissimo valutato coi tempi del nostro presente storico, in Italia nessun governo e nessuna maggioranza sono riusciti a farsi riconfermare dai cittadini italiani nelle urne. Tutti i governi e gli esperimenti…
  • VILLA SG. Il porto a sud e l’autorità di sistema portuale dello Stretto

    COSIMO ANTONIO CALABRÒ*
    Mesi fa, e per tempo, con gli ex Sindaci della Città, avevamo posto all'attenzione della pubblica opinione la necessità di utilizzare le risorse del PNNR per risolvere l'annoso problema della portualità a Villa San Giovanni. La presa di posizione era…
  • CORSIVI. Il paradosso di De Raho candidato in Calabria: per lui sarà un trionfo solo se fa flop

    ALDO VARANO
  • NAPOLITANO: «Elisabetta non è mai stata una tagliatrice di nastri»

    FIIPPO VELTRI
    L’intervista al Presidente emerito nel volume “Elisabetta II regina” di Francesco De Leo che Rubbettino ripropone in questi giorni in libreria: «Sono sempre stato un ammiratore della regina Elisabetta e della sua famiglia, per il contributo decisivo che hanno…
  • L'ANALISI. Ma per i sondaggi ilbipolarismo non c'è più

    RICCARDO TRIPEPI
    I partiti studiano i sondaggi per elaborare e correggere le strategie da campagna elettorale. Ma, mentre si avvicina l’appuntamento con il voto, i numeri rimangono molto variabili e spesso sorprendenti. Termometro politico ha effettuato una media dei sondaggi…
  • Maestri e allievi agli albori della scuola in Calabria

    MARIA FRANCO
    Nel 1861 la legge Casati sull’istruzione gratuita e obbligatoria per i primi due anni delle elementari, già in vigore dal 1859 nel Regno del Piemonte, venne estesa a tutto il territorio italiano.In quello stesso anno, in 105 Comuni della Calabria Citra…
  • CAMPAGNA ELETTORALE. Osservatorio 15 e 16 settembre

    PARIDE LEPORACE
    15 SETTEMBRE 🔴 Chiara Ferragni dice ai suoi followers di non votare la Meloni. Sembra De Gaulle quando disse alla radio :“Qualunque cosa accada, la fiamma della resistenza francese non si dovrà spegnere e non si spegnerà”. Chiara for president. 🟠 Giorgia…