TRAFILETTI. Ma Reggio, per i 50 anni dei Bronzi, si rifà il trucco o no?

TRAFILETTI. Ma Reggio, per i 50 anni dei Bronzi, si rifà il trucco o no?

Briace

C’è qualcuno che dubita che una qualsiasi città normale che si trovasse nella felice opportunità di poter festeggiare nel 2022 il cinquantenario del ritrovamento di un reperto del passato come i Bronzi ne farebbe occasione privilegiata per rifarsi il trucco e richiamare su di sé l’attenzione del mondo?

Penso di no. Non siamo tuttora usciti dalla pandemia, il futuro è pieno di incertezze più di quanto ci sembrasse alcuni anni fa, i problemi economico-sociali della Regione restano gravissimi, ma Reggio – e con il capoluogo tutta la Calabria magnogreca – ha un’occasione di quelle che capitano davvero una o due volte al secolo.

Comunque si interpreti la vicenda della sospensione del sindaco Giuseppe Falcomatà, la politica reggina – di destra, di sinistra, di centro, di sopra e di sotto – riuscirà a tener conto anche di questo?