Direttore: Aldo Varano    

SPROFONDO SUD. Trenitalia cancella 7 mln (Calabria e Sicilia) di passeggeri

SPROFONDO SUD. Trenitalia cancella 7 mln (Calabria e Sicilia) di passeggeri

trn      di FRANCESCO RUSSO* -

Sicilia e Calabria in abbandono, il Sud sprofonda: tutto il resto è chiacchiera.

Stampa e web in queste ore, danno conto della disfatta.

I treni stanno lasciando a piedi 5 (+2) milioni di cittadini italiani.

Le ferrovie sono di proprietà del Ministro dell’Economia, con Lui bisogna parlare. In questi giorni è in discussione in Parlamento il contratto di servizio con le Ferrovie. Sicilia e Calabria non hanno ricevuto nemmeno un euro dei soldi per l’Alta Velocità, si parla di 100 miliardi di euro (Il Fatto Quotidiano), pur senza un euro, possono avere un treno veloce.

Treno serio a costo zero per lo Stato Italiano, perché zero soldi spesi per infrastrutture. Il web, in questi giorni ha spiegato il da farsi: comitato pendolari siciliani, orsa, cgil, uil, ferrovie in Calabria, e tantissimi altri siti, giornali web.

RIASSUMIAMO:

Tempi sulle tratte: Villa-Roma. Oggi 5 ore; con 3 mosse si va a 4 ore: bypass di Napoli tramite la linea passante a monte del Vesuvio; solo due fermate Paola e Lamezia; eliminazione di tutti i recuperi di tempi inseriti in orario. Messina- Villa. Tra la partenza da Messina e la ripartenza da Villa oggi si impiegano 100 minuti. Traghettando senza scomposizione e ricomposizione si potrebbero guadagnare tra 30 e 40 minuti. Catania-Messina si può puntare a farla in un’ora. Palermo-Messina si può puntare a 2 ore e mezza.

Treni: Con questi tempi si organizzano tre treni da Sicilia e Calabria. Uno parte da Palermo, e impiega 7 ore e mezza, uno parte da Catania e impiega 6 ore, uno parte da Villa (Reggio) e impiega 4 ore. Stessi tempi e stessi treni da Roma per Reggio, Catania e Palermo.

Gli orari: Non c’è bisogno di grande progettualità. Da Catania partenze alle 6 di mattina, alle 8 da Villa, arrivo a Roma alle 12. Da Palermo partenza alle 5 e mezza, da Villa alle 9, arrivo a Roma alle 13. Da Reggio alle 7 meno un quarto, da Villa alle 7, arrivo a Roma alle 11, oppure tutto un’ora prima. Analoghi treni in partenza da Roma.  Analoghi treni per il pomeriggio. Così 3 coppie di treni di mattina e 3 coppie di treni il pomeriggio collegano Sicilia e Calabria con Roma.

Domanda prevista. È ampiamente superiore a quella necessaria per ripagare i costi di esercizio. Quindi nessun assistenzialismo per favorire gli utenti della Calabria e della Sicilia.

Personale. Il servizio produce un utile netto in base alla alta quantità di utenza. I macchinisti ed il personale tutto, potrebbero ben lavorare in questi servizi. Quindi nessun assistenzialismo per favorire i ferrovieri del Sud.

Antenna per la Sicilia. Nel caso in cui si punti ad aumentare la domanda di utenza, è sufficiente attivare una corsa di aliscafo Messina-Villa. In questo caso in 4 ore e 20 minuti si avrebbe il Messina-Roma: sarebbe il collegamento più veloce tra Messina e la capitale. Quindi nessun assistenzialismo per favorire gli utenti della Sicilia.

Data di attivazione Non bisogna fare nulla nelle linee. Data di attivazione 1 giugno 2015 con il nuovo orario ferroviario. Bisogna riorganizzare le tracce ferroviarie che insistono sulla linea, e quindi riverificare l’accesso a Roma.

Attori: È necessario un impegno diretto della Regione Sicilia e della Regione Calabria. I Parlamentari calabresi e siciliani impegnati nell’approvazione del contratto con le ferrovie devono fare sentire alta e forte la loro voce, e se necessario un NO secco. Le 4 città metropolitane sono chiamate alla loro prima verifica.

Dopo i passi falsi emersi dal Comunicato del Ministero che sottolineava improprie “condivisioni” in Sicilia e Calabria, c’è bisogno di unità, conoscenza e competenza. È decisivo un incontro tra Presidenti delle due Regioni, Sindaci metropolitani, Parlamentari siciliani e calabresi delle Commissioni Trasporti, e il Ministro dell’Economia.

Non solo bisogna mantenere gli intercity esistenti, bisogna mettere i treni qui descritti. Associazioni, sindacati, comitati seguono con attenzione. I Cittadini dello Sprofondo Sud esigono risposte.

*UniMediterranea