Direttore: Aldo Varano    

SS 106. Cantone: “Il malaffare alibi per non fare le infrastrutture”. Gratteri: “Milioni per strade brutte e senza amore”

SS 106. Cantone: “Il malaffare alibi per non fare le infrastrutture”. Gratteri: “Milioni per strade brutte e senza amore”

bvsc

     Associazione "Basta Vittime Sulla Strada Statale 106" torna a parlare della strada della morte dopo che lunedì scorso in seconda serata la trasmissione “Petrolio” (Rai Uno) s’è occupata di infrastrutture ed in particolare della 106.

L’Associazione dice di avere molto apprezzato le parole del presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone (magistrato e di Nicola Gratteri, suo collega calabrese che, tra l’altro, vive nella Locride, il territorio attraversato dalla 106.

Al giornalista che dice di averlo visto sconfortato mentre scorreva il servizio sulla 106 Raffaele Cantone ha risposto:

«Mi ha visto un po’ sconfortato perché ovviamente io la conosco bene quella strada perché ci vado in vacanza praticamente ogni anno in Calabria. Mi ha visto un po’ sconfortato soprattutto guardando quello che era avvenuto prima: i soldi che abbiamo speso per opere che non serviranno a nulla e che resteranno come cattedrali nel deserto e c’è una parte del Paese che ha bisogno davvero delle infrastrutture in cui il malaffare diventa l’alibi per non farle poi le infrastrutture o comunque la ragione più o meno giustificabile perché qualcuno pensa che si tratta di buttare soldi ma la Calabria è una parte del Paese che fino a quando non avrà infrastrutture decenti non potrà mai andare avanti!»

Il Pm Nicola Gratteri, a cui è stato chiesto, nella stressa trasmissione cosa pensi della 106, ha spiegato:

«Mi dà fastidio, mi innervosisco. Da cittadino pensare che sono stati spesi milioni di euro e vedo avvallamenti, vedo strade costruite veramente male, veramente brutte, veramente senza amore, senza cuore pensando che quella strada non la debbano utilizzare nemmeno loro per camminarci».