Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Ente Parco e Museo insieme per "Expo e territori"

REGGIO. Ente Parco e Museo insieme per "Expo e territori"

Presentazione "Expo e territori"di AURELIA ARITO -

Natura e cultura, due concetti apparentemente opposti ma estremamente vicini. È per creare un nuovo linguaggio che valorizzi il territorio ed i suoi tratti identitari che nasce il progetto “Expo e territori” promosso dal Museo Nazionale di Reggio, dall'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte e dal Comune di Reggio.

Il primo degli eventi organizzati nell'ambito del progetto è stato presentato questo venerdì mattina 24 presso il museo. A partire dalle ore 20 e sino alle 24 di domani il museo e piazza De Nava diventeranno un tutt'uno per un “Cooking show”, organizzato in collaborazione con la condotta Slow Food Reggio Calabria Area Grecanica, con esposizioni, laboratori, musica e degustazioni gratuite di prodotti tipici, primo fra tutti il bergamotto, a cura dello chef Filippo Cogliandro e del maestro pasticcere Angelo Musolino. Un viaggio all'interno del gusto e dei tratti identitari della tradizione culinaria calabrese.


«L'iniziativa – esordisce Mariella Agostino, funzionaria archeologa del Museo – rappresenta una concreta promozione del territorio e del patrimonio culturale. Parco, paesaggio, ambiente, tradizioni etnografiche, archeologia e tradizioni culinarie non sono assolutamente parole lontane tra di loro. L'archeologia – conclude - non è solo un fatto eccezionale, ma anche il rinvenimento nel territorio aspromontano di realtà abitative e quotidiane». A stimolare questo nuovo percorso di promozione territoriale la sinergia tra soggetti diversi e la valorizzazione dei tratti peculiari della nostra terra.

Punto informativoLa collaborazione tra Ente Parco e Museo si esprime anche con la concessione di uno spazio allinterno della struttura per un punto informativo sulle attività del Parco. Inoltre, acquistando il biglietto per la visita al Museo sarà possibile accedere gratuitamente al Parco. «La nostra volontà di creare un linguaggio – spiega Giuseppe Bombino, presidente dell'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte –, sia sul profilo simbolico che metodologico, la stiamo realizzando mettendo insieme l'Ente Parco, il Comune, il Museo Nazionale e le forze territoriali che animano il territorio. Il metodo si basa sul recupero di una trama non solo in termini di sinergia tra istituzioni, ma anche di recupero dei simboli del territorio». Necessario dunque rintracciare - aggiunge Bombino - «le segnature di un territorio che parla una lingua superiore», quali i bronzi di Riace o il bergamotto, «elementi universali attorno a quali creare linguaggio».

 

Il vocabolario calabrese è già colmo di parole e simboli, «bisogna metterli insieme – conclude Bombino - collaborando e cercando di intraprendere un percorso comune. Expo per noi è un punto di partenza per sperimentare un modello di sinergia tra enti e valorizzare ad una potenza superiore il territorio».
Appuntamento domani con degustazioni, mostre e musica, con la conduzione di Benvenuto Marra e Pasquale Caprì. Il percorso di “Expo e territori” - come spiega Chiara Parisi, responsabile comunicazione dell'Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte – proseguirà nelle prossime settimane con altri due appuntamenti – a Mammola e Gambarie – che animeranno il territorio del Parco.

IMG 0927

zDSC 7665