Direttore: Aldo Varano    

Lettera-appello al figlio di Saverio Strati: pubblichiamo tutti i suoi inediti

Lettera-appello al figlio di Saverio Strati: pubblichiamo tutti i suoi inediti

strati   di MATTEO COSENZA* -

Caro Aldo, in tempi di magre letture sulla Calabria - neanche la 'ndrangheta buca lo schermo come una volta - ho letto con interesse e piacere l'intrigante racconto di Giusy Staropoli Calafati in ricordo di Saverio Strati.

Lei ha avuto il merito di sollevare, con delicatezza, un tema difficile che, confesso, io e l'indimenticabile Vincenzo Ziccarelli non volemmo affrontare quando Strati era in vita e noi ci occupammo e preoccupammo della sua scandalosa indigenza.

Sentivamo e sapevamo, anche perché ne parlavamo con Giancarlo Cauteruccio che da Scandicci teneva sovente per noi i contatti con lo scrittore, che la condizione di Strati e della sua diletta moglie Hildegard si riverberava anche sul figlio Gianpaolo che non abbiamo mai visto.

Non ci permettemmo di accennare mai a Strati, anche con domande banali, a suo figlio, anche perché lui, Strati, era persona schiva e complessa. Ora leggo di lui, e, come feci allora, non sfioro neanche la trama dei rapporti che lega un padre a un figlio e viceversa, mi limito soltanto a mandare, tramite il tuo giornale, un messaggio al figlio affinché apra, come non volle fare suo padre, una finestra sulla sua amata e odiata terra, la Calabria e, soprattutto, consenta a mani sagge ed esperte di prendere contatto con la sua immensa opera inedita, vale a dire quelle migliaia di pagine che Strati scriveva da anni e continuò a scrivere fino alla morte e che io e Ziccarelli vedemmo con emozione immaginando quale tesoro contenessero.

Il figlio deve comprendere che suo padre appartiene a lui nel ricordo e a tutti noi che lo abbiamo letto e speriamo di leggerlo ancora avidamente. E concludo che, al di là di tutto, Strati incarna, forse come pochi altri, l'anima della Calabria restando un grande scrittore senza aggettivazioni geografiche.

*scrittore, saggista, già direttore del Quotidiano della Calabria

**Nel 2009 Il Quotidiano della Calabria, diretto da Matteo Cosenza, si fece promotore della richiesta per far ottenere a Saverio Strati (che viveva in condizioni di indigenza) i benefici della Legge Bacchelli, concessi poi dal Consiglio dei ministri del 17 dicembre 2009, alla luce degli speciali meriti artistici riconosciuti al grande scrittore calabrese. (ndr)