Direttore: Aldo Varano    

IL LIBRO. Francesco Massara, la grande piramide e l'area grecanica

IL LIBRO. Francesco Massara, la grande piramide e l'area grecanica

   di DANIELA MAZZEO

- “Ai piedi della piramide” è l’ultimo lavoro di scrittura di Francesco Massara dirigente in pensione delle Ferrovie dello Stato. Il libro è stato presentato all’associazione CIS di Reggio Calabria con la presenza dell’autore, del presidente del Centro internazionale Scrittori Lorelay Rosita Borruto e della dottoressa Grazia Quattrone che ha relazionato sull’opera, evidenziandone meriti linguistici e di contenuto.

Il libro, ricco di storia ed intriso da un profondo sentimento di nostalgia e di umanità, rievoca tradizioni e modalità di una zona calabrese particolarmente suggestiva, quell’aria definita “Grecanica” che conserva tutt’oggi una cultura particolare che sembra discendere direttamente dalla Magna Grecia.

La lettura di alcuni passi permette subito al pubblico di entrare in simbiosi con il libro così che il luogo natio dell’autore (Condofuri), i personaggi che lo animano e i paesaggi diventano subito familiari e conosciuti. Descrizione e riflessione viaggiano su binari paralleli forgiando così un resoconto ampio che spazia dall’indagine storica a quella sociale, fornendo spunti di ampia riflessione sul presente.

Un libro che nasce da una spinta emotiva- sostiene l’autore - che si concentra sulla volontà di raccontare e al contempo riflettere sui valori morali e di costume che il tempo trascorso non ha lasciato intatti. E’ proprio su questo che Massara concentra lo scopo del suo libro. Tenere stretto il legame con la tradizione per far sì che i valori di vita veri non vengano travolti da una modernità che svuota l’essenza e coltiva apparenze.

Le vicende dei personaggi compongono la quotidianità di un passato che ripone le sue radici nell’identità della tradizione. Le storie di fatti accaduti che nascono dalla semplicità della gente del posto, diventano episodi significativi in un contesto in cui la quotidianità del piccolo paese era condivisa e conosciuta da tutti. Un libro che racconta il passato di Condofuri, piccolo paese del litorale jonico,attraverso la vita degli abitanti e che permette al lettore di soffermarsi sul confronto quasi naturale tra presente e passato tra valori perduti e mentalità sociali diverse. Un presente totalmente cambiato quello di Condofuri, che svuotato quasi dei suoi abitanti, vive nei racconti di chi lo ricorda e in quell’identità del luogo natio che non deve andare perduta.

Dopo un breve dibattito, l’autore propone delle riflessioni che riportano il pubblico nel presente soffermandosi sul connubio quasi salvifico tra radici, tradizione e futuro. La mancanza di legame con l’identità del luogo natio fa correre il rischio che il futuro si perda nella notte della storia. La serata è un bel successo di pubblico, con la sala del chiosco di San Giorgio piena in ogni ordine di posto, e la partecipazione attiva del pubblico rivela l’interesse suscitato.

“Ai piedi della grande piramide” di Francesco Massara è un libro da leggere tutto d’un fiato che riporta la mente nel passato e le emozioni nel presente.