Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Commissione statuto del Comune propone delibera per inibire strutture a fascisti e a chi punta a discriminazioni razziali e sessuali

REGGIO. Commissione statuto del Comune propone delibera per inibire strutture a fascisti e a chi punta a discriminazioni razziali e sessuali
Mai più concessioni di immobili, sale istituzionali, spazi pubblici e strutture comunali, anche destinate ad attività sportive, teatrali, spettacolistiche, culturali o di rappresentanza, ad organizzazioni o associazioni che si richiamano in maniera diretta all'ideologia fascista, anche attraverso linguaggi, rituali, simboli, o che facciano riferimento a discriminazioni razziali, etniche, religiose, sessuali, di lingua o di opinioni politiche. E' il contenuto della delibera approvata dalla Commissione Statuto e Regolamenti del Comune di Reggio Calabria, guidata dal presidente Demetrio Marino, che nei giorni scorsi ha dato il via libera, a maggioranza, alla proposta. La delibera andrà nelle prossime settimane all'esame del consiglio comunale. "Il Comune di Reggio Calabria mette al bando il fascismo in ogni sua forma - ha spiegato il presidente Martino a margine della seduta - anche quando l'ideologia razzista e xenofoba si ammanta attraverso sigle e movimenti apparentemente democratici. Le cronache nazionali degli ultimi giorni hanno riportato all'attenzione dell'opinione pubblica una problematica nient'affatto superata".