Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Il Cis promuove “Saragat: il lungimirante socialista della scelta occidentale”

REGGIO. Il Cis promuove “Saragat: il lungimirante socialista della scelta occidentale”
Nel contesto del ciclo di conferenze sul tema “I Presidenti della Repubblica dalle origini ai giorni nostri”, mercoledì 20 dicembre 2017, alle ore 16:45 presso la Sala conferenze della Biblioteca comunale “P. De Nava” - Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria – CIS, promuove il settimo incontro “Saragat: il lungimirante socialista della scelta occidentale”.  Relatore dell’incontro sarà il prof. Tito Lucrezio Rizzo, Consigliere titolare dell’Organo centrale di Sicurezza Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, Componente del Comitato Scientifico del CIS. Saragat ripudiò sin da giovane la lotta di classe, per l’accettazione incondizionata del metodo democratico, per cui con la scissione di Palazzo Barberini nel 1947 fondò il Partito socialista dei Lavoratori italiani (poi PSDI), allineandolo alle posizioni dell’Internazionale socialista. La centralità della dignità dell’Uomo, cardine del socialismo riformista, comportava il solido ancoraggio dell’economia all’etica. Eletto nel 1964 al Quirinale, svolse un mandato che concise con la fine del boom economico e con il delinearsi, per la prima volta, del terrorismo (strage di piazza Fontana) e dei moti di piazza, studenteschi ed operai. Nel luglio1970 il Presidente avvertì una profondissima amarezza sul piano personale, in quanto proprio sul tema del disarmo delle forze di polizia, si ebbe l’ennesimo strappo della tela del socialismo italiano, che appena tre anni prima era stata faticosamente ricucita da lui e Nenni con la nascita del PSU. Nella sua concezione quasi “sacerdotale” della funzione giudiziaria, soleva dire- che “Dove entra la politica, la giustizia scappa dalla finestra”.