REGGIO. Il Cis promuove l'incontro “T. S. Eliot – Frammenti da La terra desolata”

REGGIO. Il Cis promuove l'incontro “T. S. Eliot – Frammenti da La terra desolata”

Foto manifesto  Eliot  La terra desolata
Mercoledì 23 gennaio 2019, alle ore 18:00, nel Salone della Chiesa di S. Giorgio al Corso – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nel contesto del ciclo di Letteratura mondiale di lingua inglese, promuove il quinto incontro “T. S. Eliot – Frammenti da La terra desolata”. Introduce la conversazione Maria Quattrone, già dirigente del Liceo classico “T. Campanella” di Reggio Calabria. Con il contributo di video proiezione relaziona Silvana Comi, docente di Lingua e letteratura Inglese. T. S. Eliot (Sant Louis, 26 settembre188 – Londra, 4 gennaio 1965) è considerato uno dei più grandi letterati dell’era moderna inglese. L’opera di T. S. Eliot si divide in due fasi: la prima è caratterizzata da tratti pessimisti ed è identificata dalle poesie contenute nella raccolta “Prufrock and other observations” e dai poemi “The waste land”. La seconda fase è segnata da toni di speranza religiosa, come ci testimoniano gli scritti “The journey of the Magi” composto nel 1927, anno in cui Eliot si converte alla religione cristiana, e comprende le opere “four quartets”,”Ash Wednesday” e il dramma “Murder in the Cathedral”. Nella poesia di Eliot l’immagine viene intesa non più come simbolo nel senso romantico o simbolista, ma come correlativo oggettivo, la poesia non deve esprimere le emozioni ma trovare nella realtà concreta una serie di oggetti, una catena di eventi capaci di evocare in chi legge emozioni e sensazioni.