Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Open Fiber: presentata la convezione a Palazzo San Giorgio

REGGIO. Open Fiber: presentata la convezione a Palazzo San Giorgio

Le connessioni, culturali e non, innervano la storia millenaria di Reggio Calabria. Una città naturalmente aperta all’innovazione che adesso sta per aggiungere un altro tassello al suo sviluppo infrastrutturale: Reggio verrà presto servita dalla fibra ottica d’ultima generazione targata Open Fiber, una rete di telecomunicazioni all’avanguardia che garantirà a cittadini e imprese connettività a prestazioni inedite. La svolta tecnologica è evidenziata nella convenzione stipulata tra l’azienda e il Comune, un patto che favorisce la realizzazione di un’infrastruttura in modalità FTTH (Fiber To The Home, cioè la fibra ottica stesa fin dentro casa) l’unica capace di restituire velocità di connessione al web fino a 1 Gigabit al secondo e latenza inferiore ai 5 millisecondi. La società guidata dall’amministratore delegato Elisabetta Ripa investirà nella città calabrese 13 milioni di euro per il cablaggio di 56mila unità immobiliari. Complessivamente 900 chilometri di fibra ottica avvolgeranno la punta dello Stivale dal centro alle periferie. A sancire questa svolta tecnologica il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il Vice Sindaco Armando Neri, l’assessore alla Smart City Giuseppe Marino, il responsabile Network & Operations Area Sud di Open Fiber Emanuele Briulotta e Salvatore Spampinato, Field manager di Open Fiber e referente dei lavori di cablaggio su Reggio Calabria.

I lavori dureranno 18 mesi dall’avvio dei cantieri. Tanto in centro quanto nelle zone più periferiche, ove possibile, verranno utilizzati cavidotti e infrastrutture di rete già esistenti per limitare il più possibile l’impatto degli scavi e gli eventuali disagi per la comunità. Anche a Reggio, come già accade nei cantieri aperti in tutta Italia, gli scavi saranno comunque effettuati privilegiando metodologie innovative e a basso impatto ambientale. L’infrastruttura si estenderà per circa 430 chilometri, 150 dei quali realizzati attraverso il riuso di reti aeree e interrate già presenti in città.

Benefici per aziende e privati, quindi, ma anche per la pubblica amministrazione. La convenzione prevede infatti la posa di fibra spenta in 50 sedi pubbliche (musei, scuole, biblioteche, uffici e così via) selezionate dal Comune di Reggio Calabria che potrà così erogare i suoi servizi in modo sempre più efficace, efficiente e centrato sulle esigenze del singolo cittadino.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati.