REGGIO. Domani conferenza "L'Europa dopo il 26 maggio. Sempre al bivio tra Atene e Sparta"

REGGIO. Domani conferenza "L'Europa dopo il 26 maggio. Sempre al bivio tra Atene e Sparta"
Martedì 25 giugno 2019, alle ore 17:30, presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori, nell'ambito del ciclo di storia globale, promuovono la conferenza dal titolo "L'Europa dopo il 26 maggio. Sempre al bivio tra Atene e Sparta". Intervengono: Carmelo Malacrino, direttore del Museo di Reggio, Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezioni, relaziona Pasquale Amato, storico, docente universitario di Storia, componente del comitato scientifico del Cis sezione storia.
Il prof. Amato "confuterà alcuni radicati luoghi comuni sulla civiltà europea. Luoghi comuni che, resistendo immutati da secoli, impediscono di prendere atto che le memorie storiche, le tradizioni, le culture, le visioni del mondo e della società sono differenti e fanno parte di più anime - e non di una sola - dell'Europa. Tra esse le due più antitetiche visioni del mondo, della società, della cultura, sono identifificate nei casi di Atene e Sparta. Esistono pertanto più Europe, non solo geografiche ma anche culturali e politiche. Ne derivano scelte diverse tra cui spesso è difficile trovare mediazioni".