LAZZARO (RC). Il 22 luglio la seconda tappa del progetto Calabria Judaica

LAZZARO (RC). Il 22 luglio la seconda tappa del progetto Calabria Judaica

(rep) La seconda tappa del progetto Calabria Judaica, curato da Pasquale Faenza, si svolgerà giorno 22 luglio, presso la piazza di Lazzaro, antistante l’Antiquarium Leucopetra, dove tra altri importanti reperti archeologici è custodita la lampada con impressa la menorà, il candelabro a sette bracci, uno dei simboli della religione ebraica, elemento questo, che lega uno stanziamento ebraico lungo la costa reggina.

Dalle 18,30 saranno allestiti degli stand di prodotti tipici e artigianali dell’area grecanica e sarà possibile effettuare delle visite guidate nell’Antiquarium. Sarà anche il modo di conoscere qualcosa di più sulla cultura ebraica attraverso alcuni esempi di donne più o meno famose,  nell’intervento della dott. Daniela Scuncia.

Secondo la nota definizione dell'antropologo inglese Edward Tylor la cultura - o civiltà - presa nel suo più ampio significato etnologico è “quell'insieme complesso che include il sapere, le credenze, l'arte, la morale, il diritto, il costume, e ogni altra competenza e abitudine acquisita dall'uomo in quanto membro della società”. Negli anni, la definizione antropologica di Cultura è molto cambiata, e in aiuto forse ci viene la letteratura, con lo scrittore americano di origine ebraica Nathan Englander, che nel libro di racconti Per alleviare insopportabili impulsi scrive: ... ”L’Ebraismo non è la mia vita. E’ la mia cultura, la mia lingua. Nient’altro. –Solo la tua lingua?- Zunser fece cenno con la mano, come a dire ma va’ là. -Cosa saremmo noi senza lo yiddish? – I quattro figli del Séder di Pesach, nel migliore dei casi, rispose Korinskji amaro. –Non è solo questione di tradizioni, Korinskji. C’è di mezzo il sangue-“... Ce n’è abbastanza per parlare a lungo delle donne che ricoprono un ruolo peculiare all’interno della cultura ebraica e di alcuni esempi particolari e molto diversi tra loro, per poterci fornire qualche riferimento e riflessione nel parlare di donne.

Ester, Glikl, Dora e Trude, Virginia nomi comuni per donne straordinarie le cui vite saranno il perno di questo viaggio nella cultura ebraica e offriranno un piccolissimo spunto su un panorama vasto come cinquemila anni di Storia.