SONDAGGI: Pagnoncelli sul Corriere della Sera

SONDAGGI: Pagnoncelli sul Corriere della Sera

"Le opinioni degli italiani - aggiunge Pagnoncelli - sono più nette riguardo alle prospettive future dell'esecutivo: infatti il 56% prevede che dopo la sconfitta dell'alleanza Pd-M5S in Umbria, il governo affronterà qualche difficoltà ma non entrerà in crisi, mentre il 17% si aspetta la conclusione dell'esperienza  giallorossa. Dopo un mese caratterizzato da una progressiva crescita dell'apprezzamento del governo, le valutazioni odierne fanno segnare un arretramento significativo rispetto a 3 settimane fa (-7 punti): il 36% esprime un giudizio positivo, mentre il 50% dà un giudizio negativo, di fatto riportando il gradimento al livello registrato all'inizio del mandato".

       Quanto ai leader, le valutazioni su Conte, osserva Pagnoncelli, "si mantengono sostanzialmente stabili rispetto a tre settimane fa: il 48% esprime apprezzamento per il premier contro il 43% di giudizi negativi", mentre "Salvini e Meloni fanno segnare una crescita significativa, rispettivamente di 5 e 7 punti, attestandosi il primo al 40% e la seconda al 36%; Renzi è in lieve crescita (dal 12% al 14%)" e "Di Maio e Zingaretti arretrano di 5 e 7 punti, risultando graditi al 21% e al 16% degli elettori. Berlusconi risulta stabile al 15%".