Direttore: Aldo Varano    

LAMEZIA. Integrata l’Offerta formativa dell’Istituto Borrello-Fiorentino con il PON sulla “Prevenzione dei rischi in età scolare”

LAMEZIA. Integrata l’Offerta formativa dell’Istituto Borrello-Fiorentino con il PON sulla “Prevenzione dei rischi in età scolare”
ReP
 

L’Istituto Comprensivo “Borrello - Fiorentino” di Lamezia Terme, diretto da Albino Cuda, puntualmente, anche quest’anno ha ampliato la propria offerta formativa con l’inserimento di un Piano Operativo Nazionale sulla “Prevenzione dei rischi in età scolare”, finanziato con il Fondo Sociale Europeo e realizzato nel corso dell’anno scolastico. Strutturato in otto Moduli, il Piano ha impegnato come facilitatore il professore Francesco Antonio Falvo e l’insegnante Tommasina Pancrazio in qualità di referente per la valutazione con l’appoggio di 10 esperti esterni di cui 2 madrelingua e 10 Tutor d’aula, tutti docenti interni dell’Istituto. Rivolto agli alunni delle classi quarte e quinte delle Scuola Primaria, classi Prime della Scuola Secondaria e ai genitori degli alunni dell’Istituto, il Piano è stato articolato in due interessanti e seguiti progetti. Il primo, che ha visto la partecipazione di circa 80 alunni delle classi quarte e quinte delle Scuola Primaria, è stato imperniato sul tema “Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave”, mentre il secondo su “Interventi per promuovere il successo scolastico per le scuole del primo ciclo”, è stato frequentato da circa 60 alunni e 20 genitori. Al fine di una maggiore interazione e socializzazione tra i vari Moduli è stata organizzata una visita guidata presso i Castelli di Santa Severina e Le Castella di Crotone. «Il progetto ha consentito ai numerosi partecipanti - ha sottolineato il professore Francesco Falvo - di innalzare i livelli di apprendimento e di sviluppo delle competenze nelle varie aree disciplinari e di favorire la messa in campo di nuovi metodi di insegnamento-apprendimento capaci di collocare il ragazzo al centro del suo processo formativo e di orientarlo dal punto di vista personale e formativo».


Lina Latelli Nucifero