Direttore: Aldo Varano    

Giordano: garantire le retribuzioni ai dipendenti del Consorzio ASI

Giordano: garantire le retribuzioni ai dipendenti del Consorzio ASI
ReP
 
In attesa dei tempi biblici per la costituzione e l’avvio del CORAP che andrà ad accorpare i cinque consorzi provinciali per le aree di sviluppo industriale i dipendenti del Consorzio ASI di Reggio Calabria sono costretti a subire una lesione permanente dei propri diritti. Il consigliere regionale Giuseppe Giordano torna a denunciare la situazione insostenibile dell’ASI reggina per le mancate corresponsioni ai lavoratori di alcune mensilità. Al di là dei ritardi sulla procedura di accorpamento in ragione della normativa di riordino degli enti e aziende regionali che risale al mese di maggio 2013 , sottolinea Giordano, solo nello scorso maggio sono state approvare dalla Giunta regionale gli indirizzi e le direttive per rendere operativi gli adempimenti che dovranno portare alla costituzione di un unico ente regionale e realizzare così gli obiettivi programmati di razionalizzazione e rifunzionalizzazione. Ebbene, denuncia il consigliere regionale,la lentezza dell’iter burocratico avviato determina ulteriore precarietà per i dipendenti per i quali le partite contabili afferiscono al singolo consorzio e nel caso dell’ASI reggina allo stato , come segnalato dalle organizzazioni sindacali, l’unica risorsa finanziaria è data dal credito vantato nei confronti della I.A.M. spa che deve ancora al Consorzi circa due milioni di euro. Nonostante i vari accordi sempre più favorevoli alla I.A.M.,precisa Giordano, la società debitrice non rispetta i tempi previsti dal piano di rientro dal debito causando una grave crisi di liquidità al Consorzio con il conseguente mancato pagamento degli stipendi. Da qui, conclude Giordano, il necessario intervento del Commissario Straordinario perché ponga in essere i dovuti interventi, non ultimo la possibile risoluzione dell’accordo transattivo e il recupero in una unica soluzione delle somme dovute.