Direttore: Aldo Varano    

RC. Raffa (pre Provincia). Sucesso gay Pride dimostra che Reggio è estranea all'omofobia

RC. Raffa (pre Provincia). Sucesso gay Pride dimostra che Reggio è estranea all'omofobia

(rep)

“In questa terra l’omofobia non è mai stata né un pregiudizio né una discriminazione. Lo conferma il GayPride di sabato scorso, i cui partecipanti sono stati accolti con calore e nel rispetto del principio costituzionale che garantisce sostanziale eguaglianza a tutti i cittadini. Il trattamento che Reggio Calabria ha riservato ai partecipanti alraduno è qualcosa che va oltre la proverbiale ospitalitàe siidentifica nel rispetto di un principio che abiura i comportamenti e i sentimenti di avversione nei confronti degli omosessuali”.

Il pensiero è di Giuseppe Raffa, presidente dell’Amministrazione provinciale di Reggio Calabria, il quale ha sempre trattato con estremo equilibrio la questionedell’omofobia, ritenendo che qualche episodio d’intolleranza, registratosi a Reggio negli ultimi anni, sia da addebitare, in prevalenza, alla mancanza di cultura e alla non sempre corretta informazione sul tema.

“Il GayPride– dice ancora Giuseppe Raffa - cancella un altro stereotipo, quello di comunità ostile all’omosessualità, che indicava Reggio una sorta di comunità chiusa e ripiegata sul sessismo. Il successo della manifestazione e l’accoglienza che i reggini hanno riservato ai partecipanti al raduno sono, invece,un'altra tappa fondamentale lungo il percorso di civiltà che da tempo Reggio ha intrapreso ed è un segnale importante nei confronti di altre realtà geografiche del Paese dove il pregiudizio omofobico è l’elemento di conservazione tipico delle società chiuse. La mia posizione personale appartiene al fronte di quantisostengono il riconoscimento dei diritti civili di tutti,qualsiasi sia il loro orientamento sessuale. La sessualità – conclude il Presidente della Provincia - appartiene alla sfera personale e come tale merita rispetto e tolleranza. Esprimo, infine, apprezzamento per l’accoglienzache conferma Reggio una città in cui diritti personali e collettivi godono delle libertà costituzionali e luogo dove la dignità dell’uomo trova la patria ideale contro qualsiasi tipo di discriminazione”.