Direttore: Aldo Varano    

S. PIETRO IN GUARANO (CS). Solidarietà, innovazione, cultura e territorio s'incontrano il 31 Agosto

S. PIETRO IN GUARANO (CS). Solidarietà, innovazione, cultura e territorio s'incontrano il 31 Agosto
ReP
 

Solidarietà, innovazione, cultura e territorio. Domenica 31 agosto e domenica 7 settembre a San Pietro in Guarano, centro presilano a pochi minuti da Cosenza, va in scena il Mmasciata Fest 2014, due giorni di eventi organizzati dall’omonimo collettivo medi attivista editore del sito di informazione indipendente Mmasciata.it. Domenica 31 si parte nel centro storico con l’inaugurazione di una mostra di fotogiornalismo e con una tavola rotonda sull’innovazione. A dargli vita dalle 18 e 30 Giuseppe Naccarato, chief executive officer di “Viaggiart”, Francesco Rende, social media expert, giornalista e co-founder di “Efferre Communication”, Danilo Farinelli, direttore di CalabriaInnova, attivo in “AREA Science Park” e cofounder di “Basilicata Innovazione” e Paolo Mirabelli, cofounder di “DroniLab Ceo” a “Graphid3a”. Alle 19 e 30 l’atteso colloquio sull’attualità con il grande letterato Goffredo Fofi, giornalista cittadino del mondo e critico teatrale, cinematografico e letterario. Fofi è stato protagonista delle più importanti vicende culturali del nostro dopoguerra animatore di riviste storiche come “Quaderni Piacentini”, “Ombre rosse”, “Linea d’ombra” e “La terra vista dalla Luna”. Dirige la rivista culturale “Lo Straniero”, è consulente editoriale e collabora con diversi giornali. Scrive una rubrica settimanale per “Internazionale”.
Dopo la cena sociale toccherà (ore 21) a Michele Giacomantonio, giornalista de “Il Corriere della Calabria”, conversare con l’attore Nunzio Scalercio sull’evoluzione della satira. Scalercio è anche il fondatore di “Spigaweb” e scrive una rubrica per “Il Garantista”. A chiudere la prima giornata l’apprezzato “Memorie sulla strada del ritorno”, di e con Francesco Cangemi, redattore de L’Ora della Calabria” che sarà insieme al musicista Giuseppe Bottino. I due racconteranno dodici storie di personaggi reali e irreali, storie accadute e immaginate che partono da Cosenza per arrivare all’infinito.
Il Fest è organizzato in modo indipendente e autofinanziato e raccoglie fondi per la realizzazione a Cosenza del parco senza barriere “Piero Romeo”. Il tema di quest’anno è incentrato sulla guerriglia semiologica con lo slogan: “Non ci sono domande stupide”. Non sarà presente infatti la canonica moderazione agli eventi ma una semplice dinamica di interazione con il pubblico presente a San Pietro in Guarano e collegato in Rete con gli attivisti di Mmasciata attraverso i media sociali. La giornata conclusiva domenica 7 settembre in un’altra piazza di San Pietro, ma i giovani organizzatori hanno preferito non svelare ancora quali ne saranno i protagonisti.