Direttore: Aldo Varano    

RC. FIALS, FIALS Pensionati e Caf FIALS Servizi a disposizione dei cittadini

RC. FIALS, FIALS Pensionati e Caf FIALS Servizi a disposizione dei cittadini
ReP
 

Eccoci al rientro dall’ennesima estate passata ormai, per alcuni troppo in fretta, per altri senza lasciare segni particolari.
Indubbiamente il caldo spinge i cittadini ad affrontare ore di file interminabili per mobilitarsi verso le spiagge durante i weekend e non solo, ma la freschezza dell’acqua marina, l’abbronzatura, la salsedine e le ferie estive (per chi ha potuto goderne oppure e in ferie perenni a causa della disoccupazione), avranno avuto il tanto sperato “effetto relax” sulle menti dei cittadini e dei lavoratori?
La verità è che finita questa breve distrazione che rasserena le menti ma svuota le tasche, peraltro già depauperate dalle amatissime IMU, IRPEF e altri adempimenti tributari cha hanno gravato sulle teste dei contribuenti nel periodo pre-estivo, adesso si rientra con i conti correnti più leggeri ma con i pensieri appesantiti dai prossimi adempimenti fiscali che incombono.
Già, perché anche se la disinformazione e la carenza di attività di sostegno e chiarimento non aiutano i cittadini a capire cosa e quando pagare prima, purtroppo c’è da fare i conti con la ritardataria TASI (tassa sui servizi individuali che per il comune di Reggio Calabria non è stata ancora deliberata) che, per quanto abbia subito dei ritardi, dovrà essere deliberata necessariamente entro il 10 settembre 2014 e nondimeno dovrà essere pagata entro fine anno in saldo.
Probabilmente, visto il commissariamento del Comune di Reggio, anche questo Tributo, come tutti gli altri, avrà l’onore di presentarsi con l’aliquota massima ed andrà a colpire tutti i beni immobiliari posseduti da ogni singolo cittadino avendo come base di calcolo la rendita catastale (prime e seconde case). Tra l’altro in data 26 Novembre 2013 la Commissione Straordinaria ha approvato la delibera n°223 che sancisce il regolamento TARES e il 7 Agosto 2014 quelle di IMU e TASI (delibere 105 e 106) senza considerare, come norma vorrebbe, le agevolazioni e/o esenzioni per tutte le fasce sociali deboli (Disabili, indigenti, ecc…).
Ad inizio anno la FIALS aveva convocato una conferenza stampa proprio per risolvere queste problematiche, presentando anche un progetto per ridurre l’aggravio dei tributi senza appesantire il bilancio del Comune ma, cercando di comunicare con i commissari per trovare soluzioni adeguate, nulla si è mosso. Ma la domanda è: riusciranno le tanto attese elezioni comunali a cambiare questa situazione economica che definire pesante significherebbe utilizzare un eufemismo?
In qualsiasi caso la FIALS, la FIALS Pensionati e il Caf FIALS Servizi restano a disposizione dei cittadini per ogni eventuale chiarimento e/o aggiornamento sulla questione, in quanto l’adeguata informazione resta l’unico mezzo per evitare l’aggravarsi delle problematiche tributarie individuali.

Il responsabile FIALS Pensionati
Dott. Gattuso Domenico