Direttore: Aldo Varano    

CALABRIA. Morrone (Fi). Si rifaccia la legge elettorale, si facciano le primarie e si voti a ottobre

CALABRIA. Morrone (Fi). Si rifaccia la legge elettorale, si facciano le primarie e si voti a ottobre

“La Calabria deve poter rientrare nell’alveo dei poteri che la Costituzione le attribuisce, e i problemi che su di essa incombono non possono più attendere: chiedo, pertanto, formalmente, al Presidente f.f. della Giunta regionale Antonella Stasi, di fissare al più presto la data delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale”.

Così il Presidente dei consiglieri regionali di Forza Italia On Ennio Morrone.

“Non è un questione relativa alla bontà dell’azione dell’esecutivo in carica in questo frangente d’emergenza, bensì -dice Morrone- di oggettiva opportunità politica atteso che, non è possibile, per la Giunta e per lo stesso Consiglio, secondo quanto previsto dalla legge, occuparsi di problematiche che esulino quelle di ordinaria amministrazione, né si può continuare ad emanare provvedimenti indifferibili e urgenti.

Per queste ragioni, le notizie che giungono da Roma, secondo cui il Governo sarebbe propenso ad un ‘election day’, previsto per la prossima primavera, ci preoccupano e non poco. Le emergenze che attanagliano la nostra terra, quelle si indifferibili e urgenti, non possono incancrenirsi ulteriormente affogando in almeno altri sei mesi di stallo, e risulta pertanto fondamentale indire comunque le elezioni, andando anche, se è il caso, in conflitto di attribuzioni, poiché le beghe di bottega dei partiti non possono essere più importanti dell’interesse dei calabresi.

“Ovviamente -continua il capogruppo azzurro a Palazzo Campanella- è necessario, nel rispetto delle istituzioni e della vita democratica, sciogliere preliminarmente alcuni nodi e tenere in considerazione determinati passaggi. Innanzitutto quello della legge elettorale, step che può essere affrontato già nei primissimi giorni di settembre con la convocazione di un’apposita seduta della massima assise regionale da parte del Presidente Francesco Talarico. Inoltre, occorre dare l’opportunità a quanti vogliano ricorrere allo strumento delle primarie, che come Forza Italia non ci appassiona, di farlo.

Per tutto quanto sopra premesso dunque, in ogni caso, e a parte tutto, risulterebbero così sussistere le condizioni giuridiche per fissare la data delle elezioni nel mese di ottobre.

La Calabria -conclude Morrone- necessita di una nuova guida ed è arrivato il momento giusto per individuarne una, al netto dei giochi di potere e delle sterili polemiche di circostanza”.