Direttore: Aldo Varano    

Pugliese: «Un appello ai sindaci dell’Anpci affinchè adottino la Delibera per una Nuova S.S.106»

Pugliese: «Un appello ai sindaci dell’Anpci affinchè adottino la Delibera per una Nuova S.S.106»
ReP
 

Il prossimo 5 settembre nel comune di Calopezzati (nel quale risiedo), avrà luogo un importantissimo appuntamento: il XV° congresso nazionale dell’Anpci (Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia).

Complimenti, quindi, a Franco Labonia (ex sindaco di Calopezzati), ed a Fabrizio Grillo (ex sindaco di Cropalati), entrambi componenti del direttivo nazionale dell’Anpci per aver organizzato una iniziativa che porterà nel nostro territorio moltissimi sindaci provenienti da tutta Italia.

Non è cosa semplice, di questi tempi, riuscire a promuovere iniziative così importante nel nostro territorio: sono felice che ciò sia accaduto e, non lo nascondo una particolare felicità poiché l’interessante iniziativa si svolgerà nel mio paese, a Calopezzati (dove peraltro certamente non mancherà la mia presenza in qualità di attento uditore).

Tuttavia, intendo cogliere l’occasione per lanciare pubblicamente un appello ai sindaci calabresi sperando che possa essere accolto:
- Adottare la delibera che ho avuto modo di scrivere insieme al Prof. Francesco Russo (Ordinario in Trasporti presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria), peraltro pubblicata nel gruppo “Basta Vittime Sulla S.S.106” atteso che nel corrente mese i vari consigli comunali dovranno riunirsi per l’approvazione dei bilanci e la tristemente nota “strada della morte” non è un problema che riguarda solo i comuni presenti sul litorale jonico calabrese ma è un problema che riguarda indistintamente tutti i comuni della nostra regione;
- Poiché nella tavola rotonda di sabato è prevista la partecipazione del Ministro agli Affari Regionali Lanzetta sarei molto grato ai sindaci se potessero sollevare la questione relativa ai ritardi relativi all’avvio dei lavori del 3° Megalotto della S.S. 106 che collegherà Sibari a Roseto atteso che tutti i comuni calabresi attendono l’ammodernamento della famigerata “strada della morte” da circa un secolo e che in questi giorni – come ho avuto modo di dimostrare e ribadire più volte – sono emersi ritardi preoccupanti nel disinteresse generale (direi totale), della classe politica calabrese e nel silenzio assoluto e preoccupante di tutti gli organi di stampa.

Sono certo che il mio appello non cadrà invano e che seppure l’iniziativa che si svolgerà nei prossimi giorni a Calopezzati verterà su temi importantissimi e molto interessanti si riuscirà a trovare lo spazio per affrontare e soddisfare queste mie richieste.

Auguro, quindi, un buon lavoro ai sindaci che parteciperanno numerosi all’iniziativa e sono certo che Calopezzati non mancherà attraverso il suo sindaco Franco Cesare Mangone, l’amministrazione e la popolazione tutta di accogliere quanti parteciperanno con l’ottima ospitalità che da sempre contraddistingue il “Paese dell’eterna primavera”.

Fabio Pugliese