Direttore: Aldo Varano    

LAZZARO (RC). Crea: in questo paese non c’è rispetto nemmeno per i defunti

LAZZARO (RC). Crea: in questo paese non c’è rispetto nemmeno per i defunti
ReP
 


Nel far seguito alle precedenti richieste e segnalazioni, insisto nel sottolineare che il cimitero di Lazzaro senza il servizio di custodia non può rimanere aperto, per le motivazioni ricavabili dall’intero incarto prodotto nel tempo da questa associazione. Ovvero che al predetto cimitero venga assegnato un agente di polizia locale, o altra figura istituzionale stabilendo i giorni e gli orari di apertura e chiusura del camposanto. Aggiungo che nei cassonetti metallici di RSU e nelle aree circostanti, come più volte segnalato, vengono conferiti rifiuti di diversa tipologia, tra quelli rilevati domenica 7, lunedì 8 e martedì 9 settembre u.s., per quanto possibile osservare, si riscontrano: rifiuti organici, tavolo di plastica, computer, busta nera colma di bottiglie di vetro, bottiglie di plastica, scarti di inerti, lattine di alluminio, dei copertoni di veicoli inutilizzabili impiegati durante il trasporto per proteggere da urti e sobbalzi le lapidi per la rifinitura dei loculi, ecc.. Orbene non si spiega come sia possibile eseguire interventi cimiteriali senza alcuna vigilanza. Lato sud del cimitero a margine della strada, ove sono state realizzate abusivamente due grosse discariche, tra i rifiuti di diversa tipologia, anche cimiteriali, riversati lungo la parete collinare si notano alcune lapidi e spezzoni di marmo. Non si comprende perché in questo paese è tutto permesso. In considerazione che il cimitero è privo di servizio di custodia, è stata tempo addietro rappresentata la necessità di sospendere i servizi di traslazioni feretri, nonché le operazioni di riesumazione e estumulazione. E’ stato altresì richiesto che si provvedesse all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla messa a norma del camposanto. Non ci risultano intraprese iniziative in tal senso e tutt’oggi il cimitero rimane aperto anche di notte. Giova ripetere che il cimitero è un porto di mare, ognuno fa quello che vuole. Vorrei domandare a chi di competenza se è previsto dalla normativa vigente autorizzare (formalmente o informalmente) dei cittadini volontari ad eseguite interventi che sono di esclusiva competenza della pubblica amministrazione, tra cui la pulizia dell’intero cimitero.

Vincenzo CREA
Referente unico dell’ANCADIC Onlus