Direttore: Aldo Varano    

Andrea Guccione sul CorSera: è ora che il Sud si alzi le maniche e la smetta di piangersi addosso

Andrea Guccione sul CorSera: è ora che il Sud si alzi le maniche e la smetta di piangersi addosso
ReP
 

«Non si può continuare a dare ad altri la colpa dei propri fallimenti. Ogni cittadino
meridionale deve dire cosa sta facendo nel concreto per uscire dalla crisi, cosa sta facendo per far
emergere le energie positive del territorio».
Così Andrea Guccione, imprenditore e presidente dell’associazione Assud, intervistato
stamattina dal Corriere della Sera, inserto Economia. Un vero e proprio appello alla
consapevolezza e alla responsabilità del cittadino meridionale, quello di Andrea Guccione.
«I temi che ruotano attorno al Sud – ha continuato ancora – sono capaci di catturare l’interesse di
molti in questo momento. È brand che tira, il made in Sud, come dimostrano gli ultimi dati Istat
sulle esportazioni. Paradossalmente è da qui che riparte il Paese. Si tratta ora di fare rete, di
mettere in vetrina le migliori eccellenze, di sentirsi squadra con l’obiettivo unico di far crescere il
territorio».
E a proposito di migliori eccellenze il Corsera dà ampio risalto anche al premio “Stelle del Sud”
organizzato da Assud, di cui Andrea Guccione è presidente. A fine agosto s’è tenuta la quarta
edizione e i risultati non si sono fatti attendere. L’hashtag dell’evento, come ribadito dal primo
quotidiano nazionale, è stato quello più visitato in quei giorni tra quelli politici, più di quello del
premier e del ministro Ue Mogherini. 1,2 milioni di utenti in quei giorni, 1,4 invece nel periodo
che va tra il 29 agosto e il 7 settembre. «Le eccellenze sono ambasciatrici delle nostre speranze –
dice ancora Guccione -. Meritano la vetrina e a loro va affidato il compito di creare una rete
attorno». Nei giorni scorsi, Andrea Guccione, autore anche del libro “Consuma meridionale”, ha
lanciato una proposta a proposito delle eccellenze da esporre e da saper valorizzare. Un evento
tutto meridionale, espositivo e di ricognizione, che prepari al meglio Expo 2015 di Milano.
«Potrebbe anche tenersi qui da noi, all’Unical», ha detto ancora Guccione.