Direttore: Aldo Varano    

RC. Atam: lettera aperta del'Amministratore unico ai candidati a sindaco

RC. Atam: lettera aperta del'Amministratore unico ai candidati a sindaco

ReP

Di seguito il testo integrale della lettera invita dall’amministratore unico di Atam, Antonino Gatto, ai candidati a sindaco di Reggio Calabria in relazione all’attuale scenario dell’azienda dei trasporti e ai programmi che i vari aspiranti alla carica di primo cittadino, intendono proporre per affrontare la crisi.

“Come vi è noto, la Procura della Repubblica ha promosso istanza di fallimento nei confronti dell’Atam, a seguito della quale l’azienda ha chiesto e ottenuto l’ammissione all’istituto del concordato in bianco, nell’estremo tentativo di poter dimostrare la possibilità di un suo, sia pur sofferto, risanamento. E’ bene precisare che si tratta di un’impresa difficile e soggetta a vincoli stringenti. L’Atam, infatti, è gravata da debiti per circa trenta milioni di euro, contrapposti ad una aspettativa di crediti verso la Regione per circa dodici milioni di euro. All’auspicata certificazione dei quali dovrà seguire la promessa parziale di ricapitalizzazione da parte del Comune con l’apporto di un immobile per un valore intorno ai cinque milioni. A quel punto, resta ancora un fabbisogno di altri due, tre milioni di euro da coprire con un ulteriore impegno del Comune o il ricorso ad altri enti pubblici o privati. Da parte sua l’azienda, col sofferto contributo dei sindacati, sta realizzando economie che, a regime, dovrebbero attestarsi sui due milioni di euro. In assenza delle quali sarebbe stata messa a rischio la stessa concezione e i termini per il concordato, col fallimento immediato dell’azienda. La procedura avviata si concluderà entro il prossimo 23 ottobre. Sembra opportuno, pertanto, avere idea, fin da ora, di come l’amministrazione che intendete presiedere, vorrà affrontare la crisi in atto, considerati anche i limiti del bilancio comunale. Nel caso malaugurato di una dichiarazione di fallimento, infatti, si porrà da subito il problema di assicurare comunque il servizio di trasporto pubblico cittadino. Nell’ipotesi più favorevole dell’accettazione del piano di risanamento, bisognerà esser pronti per procedere celermente alla ricapitalizzazione parziale e, preferibilmente, totale dell’azienda.
Confidando, pertanto, nella vostra attenzione e sicuro del vostro attivo contributo, vi prego di gradire un sentito ringraziamento da parte mia e dell’intera comunità aziendale”.