Direttore: Aldo Varano    

RC. Pd: cosa pensa Dattola del 'modello Scopelliti'?

RC. Pd: cosa pensa Dattola del 'modello Scopelliti'?

''In perfetto stile partitocratico, il centrodestra reggino ha dunque presentato il suo candidato a sindaco di Reggio, Lucio Dattola''. Lo afferma, in una nota, la federazione provinciale reggina del Partito democratico. ''Nessuna idea per la citta' - aggiunge - niente scuse per il disastro lasciato in eredita', ma solo accuse verso chi ha denunciato il dissesto, verso chi non si beve la stupidaggine che il debito, che i reggini stanno gia' pagando, sia solo un 'grande imbroglio', e verso Falcomata', al quale il centrodestra pretenderebbe di imporre veti nelle candidature. Gli orfani di Scopelliti sono ancora ossessionati e deliranti e vorrebero mantenere Reggio nel passato, occupati solo a consumare faide e regolare conti. Niente hanno da dire sul futuro, nessuna idea, nessuna proposta. Soltanto arroganza ed insulti''. ''Lucio Dattola viene messo in campo - sostiene ancora il Pd reggino - ma nel frattempo si tiene strette le poltrone di presidente di Unioncamere Calabria e quella della presidenza della Camera di Commercio di Reggio. Ma al di la della bramosia di accumulare incarichi ed occupare tutte le poltrone possibili, cosa pensa Lucio Dattola del Modello Scopelliti? Non ne parla perche' preoccupato di non urtare i suoi sostenitori o si candida in perfetta continuita'? Il centrodestra che ha demolito la citta', causando guasti e debiti che i reggini pagheranno per i prossimi venti anni, tenta oggi di buttarla in rissa, facendo confusione, usando la macchina del fango come 'un'arma di distrazione di massa? I reggini pero', adesso sanno. E sanno fin troppo bene come stanno le cose, sanno chi ha ridotto la loro citta' in questo stato. Non si illuda nessuno, il cambiamento e' ormai vicino''. ''Noi faremo liste rappresentative - si afferma ancora nel comunicato - di tutta la citta', fatte di competenze ed esperienze positive, in netta discontinuita' col 'modello' ed il suo cerchio magico. Giuseppe Falcomata', con le sue proposte, il suo programma costruito dal basso e dalla minuziosa conoscenza di territorio e problemi, aprira' un nuova fase, ridando speranza e futuro. Il resto sono inutili polemiche dei prigionieri del passato, ma Reggio e' gia' avanti''. (ANSA).