Direttore: Aldo Varano    

Lamezia Comics & Co...VI edizione da record

Lamezia Comics & Co...VI edizione da record
Gruppo Comics SeraEd anche la sesta edizione del Lamezia Comics & Co…è giunta a termine. Tutti noi ragazzi dell’associazione culturale “AttivaMente” dopo aver sistemato e pulito tutto il Chiostro San Domenico, luogo in cui si è svolta la fiera, nonostante la stanchezza, siam saliti sul palco per regalare idealmente ancora un sorriso di ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile la buona riuscita della manifestazione (vedi foto). Il primo grazie è rivolto a tutti gli ospiti di questa sesta edizione che, come diciamo sempre noi, fanno parte della nostra grande famiglia. La loro gentilezza, disponibilità, il loro immenso talento hanno riempito gli occhi ed il cuore dei tanti che li han potuti avvicinare, conoscere, e portarsi a casa quella che è una vera e propria loro opera d’arte. Un secondo ringraziamento di cuore lo facciamo a tutte le associazioni che hanno voluto essere parte dell’evento. La crescita sociale e culturale di un territorio avviene soprattutto attraverso la collaborazione fra diverse realtà, fra diverse associazioni che si mettono insieme per fare rete. Un altro sentito ringraziamento va a tutti coloro che si sono messi in gioco sia nel contest cosplay sia nel contest Lamezia Comics ..&mergenti. A tal proposito ancora un grazie commosso va ai familiari di Fiorella Folino, a cui è dedicato il premio per i giovani talenti. Un ringraziamento all’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme, nella persona del Sindaco Gianni Speranza e dell’Assessore Piccioni, ed infine un immenso grazie alle oltre 8.000 presenze che hanno fatto diventare per tre giorni Lamezia Terme la capitale regionale, e non solo, del mondo dei fumetti, videogiochi & Co. Un afflusso di persone cosi numeroso che, ad esempio, le persone hanno avuto difficoltà ad entrare per assistere al concerto dei Parimpampum il sabato sera. La manifestazione cresce con il passare degli anni e con essa il pubblico degli affezionati. Questo, dunque, pone un problema in positivo, ovvero gli ampi spazi del Chiostro San Domenico si stanno rivelando sempre più piccoli e stretti per contenere un simile evento. Beh, grazie ancora a tutti, è stato un piacere, chissà che non ci si incontri una volta o l'altra nel futuro.