Direttore: Aldo Varano    

Sangue infetto, Barbanti (M5S): Servono certezze immediate per i 1060 emocontagiati calabresi

Sangue infetto, Barbanti (M5S): Servono certezze immediate per i 1060 emocontagiati calabresi
ReP
 

La salute dei cittadini deve venire prima di tutto. Chiediamo con forza alla presidente facente funzioni della Regione Calabria, Antonella Stasi, l’approvazione della variazione di bilancio per un milione e ottocento mila euro che consentirà ai 1060 emocontagiati calabresi - che dallo scorso gennaio non ricevono più l’indennizzo - di guardare più serenamente la loro condizione, pur trattandosi di un compenso che rappresenta un piccolo palliativo a fronte del supplizio che lo Stato ha consegnato loro.
Chiediamo altresì che la nomina dei commissari "ad acta" della Sanità regionale avvenga in tempi brevi, visto che solo loro potranno sbloccare i sette milioni di euro necessari a coprire gli indennizzi successivi.
Come Movimento 5 Stelle abbiamo già segnalato il problema sia alla Camera - con un’interrogazione rimasta lettera morta - che in Europa, con la nostra europarlamentare Laura Ferrara.
Ci vogliamo rivolgere, però, direttamente alla Stasi, affinché - prima che termini una delle più tristi parentesi politiche a cui abbiamo assistito in Calabria - si adoperi, almeno per una volta per il bene dei cittadini. In questo caso, poi, cittadini che la società dovrebbe tenere in massima considerazione, poiché vittime delle disfunzioni e delle inefficienze che pervadono sempre più spesso la sanità.
Il nostro auspicio è che venga risolto al più presto anche il caso della mancata rivalutazione dell’indennità integrativa speciale, oltre all’annosa e non più rinviabile questione degli arretrati mai pagati. Nessuna persona che vive in uno Stato democratico e che ha subito un danno per la sua negligenza dovrebbe aspettare la “carità”, invece che beneficiare di un sacrosanto diritto.

Sebastiano Barbanti – M5S
Cittadino eletto alla Camera