Direttore: Aldo Varano    

PLATANIA (Cz). Monsignor Cantafora: “ripartire dalla famiglia per ridare speranza e futuro alla società

PLATANIA (Cz). Monsignor Cantafora: “ripartire dalla famiglia per ridare speranza e futuro alla società
ReP
 

« Santa Famiglia di Nazareth, rendi anche le nostre famiglie luoghi di comunione e cenacoli di preghiera, autentiche scuole del Vangelo e piccole Chiese domestiche. Santa Famiglia di Nazareth, mai più nelle famiglie si faccia esperienza di violenza, chiusura e divisione: chiunque è stato ferito o scandalizzato conosca presto consolazione e guarigione. Santa Famiglia di Nazareth, il prossimo Sinodo dei Vescovi possa ridestare in tutti la consapevolezza del carattere sacro e inviolabile della famiglia, la sua bellezza nel progetto di Dio». Con questa toccante “Preghiera alla famiglia” composta da papa Francesco Contenuto Articoloalla vigilia della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi che si terrà a Roma dal 5 al 19 ottobre 2014, dedicato a riflettere circa “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione”, il parroco di Platania (Cz) don Pino Latelli ha invitato i fedeli «a partecipare al novenario in onore di San Michele Arcangelo, patrono del piccolo centro dell’entroterra lametino, incentrato sulla famiglia, cellula fondamentale e vitale della chiesa e della società».
In merito allo sviluppo dell’interessante tematica, è in fase di svolgimento, nella chiesa parrocchiale resa più elegante dagli addobbi artistici di Domenico Montagnese di Laureana di Borrello, un solenne novenario officiato da alcuni sacerdoti della diocesi lametina: don Isidoro Di Cello, monsignor Giuseppe Ferraro, Padre Bruno Macrì dei Padri Cappuccini di Lamezia Terme e Padre Antonio Casciaro dei Minimi di San Francesco di Paola. Sarà Padre Ezio Maria Russo dell’Opus Matris Verbi Dei a concludere il novenario con un solenne triduo ricco di momenti di preghiera, di riflessione e di ascolto della Parola di Dio. «I Presbiteri, che si stanno alternando di giorno in giorno nella predicazione - dichiara don Pino Latelli - nel corso del novenario, stanno introducendo i fedeli alla comprensione del tema sulla famiglia e alle Giornate di preghiera indette da Papa Francesco per Domenica 28 settembre e sabato 4 ottobre per il Sinodo sulla famiglia». In contemporanea allo svolgimento del novenario il parroco, con il gruppo missionario della parrocchia, è impegnato a visitare gli ammalati e a riunire i fedeli delle numerose contrade per la preghiera in preparazione alla festa, portando un piccolo simulacro di San Michele Arcangelo, accolto, come sempre, da manifestazioni di profonda fede.
Lunedì 29, ricorrenza liturgica della festa, la Messa solenne delle 10.30 sarà presieduta dal vescovo di Lamezia Terme Luigi Antonio Cantafora che ha riservato, nel corso del suo ministero episcopale, ampio spazio al tema della famiglia con Lettere pastorali, numerosi interventi e la creazione dell’Ufficio diocesano di Pastorale Familiare denominato  “Tobia e Sara”, «luogo e itinerario permanente di formazione – afferma il Presule - per il matrimonio e la famiglia e di aiuto e sostegno alla vita rispondendo in modo evangelico e competente alle tante sfide nel campo della famiglia e della vita. La famiglia, dalla quale ripartire per ridare speranza e futuro alla chiesa e al nostro territorio – conclude il vescovo - è lievito e risorsa per  tutta la comunità». Nel corso della celebrazione, come per tradizione, il sindaco della cittadina montana Michele Rizzo, offrirà al Santo Patrono il cero votivo. Al sacro rito sono stati invitati il Capitano della Compagnia Carabinieri di Soveria Mannelli Domenico De Biasio, il comandante della Stazione Carabinieri di Platania Giorgio Carafa con al seguito i suoi commilitoni, l’Associazione “La Misericordia” di Lamezia Terme, una rappresentanza della Croce Rossa Italiana di Lamezia Terme e il dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Lamezia Terme Antonio Borrelli insieme ad una rappresentanza di agenti che festeggeranno con la comunità di Platania San Michele Arcangelo, patrono e protettore della polizia. Durante la cerimonia un agente in divisa reciterà la preghiera del poliziotto. Nel pomeriggio il momento più suggestivo è rappresentato alle ore 16.30 dalla tradizionale processione con la Statua di San Michele Arcangelo per le vie principali del paese accompagnata dalla Banda musicale, diretta dal maestro Enzo Minieri.


Lina Latelli Nucifero