Direttore: Aldo Varano    

Sciopero intelligente, Annibale Fiorenza: proposta di legge popolare per modifica Legge 146/90

Sciopero intelligente, Annibale Fiorenza: proposta di legge popolare per modifica Legge 146/90
ReP
 

SCIOPERO NTELLIGENTE: UNA PROPOSTA DI LEGGE POPOLARE CHE RISCONTRA INTERESSE E CONDIVISIONE
La campagna d’informazione e raccolte firme continua per tutto il mese di novembre. (Dichiarazione dei Segretario Generale Annibale Fiorenza)
Con l’odierno banchetto di raccolte firme, a Cosenza, termina il primo tour d’informazione e di confronto con i cittadini delle cinque città capoluogo della Calabria.
Ci riteniamo soddisfatti, dichiara A. Fiorenza, dei larghi consensi registrati e visto l’interesse riscontrato, per tutto il mese di novembre, continueremo a proporre pubblici momenti d’incontro e di confronto con raccolta firme. Vogliamo offrire a tutti l’opportunità di valutare e scegliere di sostenere questa proposta d’iniziativa popolare. Le tante firme messe in calce, oltre mille, ci fanno ben sperare. Trovarsi insieme con cittadine e cittadini elettori di ogni età che, nonostante le tante preoccupazioni per una crisi economica e occupazionale che resta stagnante, dimostrano interesse e sentono il bisogno di partecipare a far cambiare le cose., è una grande soddisfazione d’utilità verso il prossimo. Il Sindacato continua a essere considerato, a dispetto dei tanti politici e gruppi di poteri vari, un soggetto capace di dare ascolto, aggregare e di costruire consenso non solo tra i lavoratori e sulle questioni del lavoro ma su tutta la sfera dei diritti e dei bisogni reali della collettività.
Testimonianza di ciò è il sostegno diffuso e convinto affinché la proposta, presentata e illustrata, arrivi in Parlamento per la riforma della legge che regola gli scioperi nei servizi pubblici essenziali e quindi nei trasporti urbani, extraurbani e regionali. Un percorso democratico e partecipativo, garantito dall’art. 71 della Costituzione italiana, che mira, inoltre, a valorizzare l’utilizzo dello “Sciopero” strumento di lotta e di libertà, riconosciuto dell’art. 40 della stessa Costituzione.
È così che la Fit Cisl Calabria, unitamente ai cittadini che hanno aderito e che firmeranno nelle prossime settimane, punta a costruire “equilibrio” tra le parti coinvolte, generando confronti contrattuali trasparenti per obiettivi che piace considerarli “comuni”. “Partecipazione attiva, qualità del lavoro, efficienza organizzativa, professionale e produttiva, tutela del reddito dei lavoratori, sostenibilità economica e competitività delle imprese” sono elementi chiave di una moderna azione sociale in grado di generare e condividere innovative politiche d’impresa e del lavoro.
Ci battiamo per uno “sciopero intelligente” che porta le sovvenzioni pubbliche ai Fondi di solidarietà bilaterale e non alle casse delle aziende che durante lo sciopero non erogano i servizi;
Rivendichiamo uno “sciopero intelligente” che rimborsa i pendolari e consente di far viaggiare gratis i cittadini costretti a usufruire dei limitati servizi erogati nelle fasce orarie garantite.
La Fit Cisl Calabria, dichiara A. Fiorenza, continuerà questa sua mobilitazione, a tutela degli interessi dei lavoratori e della collettività, adoperandosi per un più ampio coinvolgimento dei cittadini, lavoratori e studenti pendolari che, oltre ai disagi della crisi scontano la mancanza, l’inefficienza e il degrado dei trasporti pubblici. Insieme riusciremo a fare dell’Italia e della Calabria un paese e una regione normale capace di guardare al futuro.
Firmato: Annibale Fiorenza