Direttore: Aldo Varano    

RC. Giordano: Sostegno ai giovani e alle imprese tramite sburocratizzazione e Agenda Digitale

RC. Giordano: Sostegno ai giovani e alle imprese tramite sburocratizzazione e Agenda Digitale
ReP

“La Calabria deve ripartire dall’innovazione, dal digitale e dai talenti della sua regione: solo così possiamo dare un futuro ai tanti giovani che si formano nelle nostre università”. E’ quanto ha affermato ieri Giuseppe Giordano, candidato alla carica di consigliere regionale nelle liste del Pd a sostegno di Mario Oliverio.
“I recenti successi delle startup calabresi – ha spiegato Giordano – ci indicano chiaramente qual è la via da percorrere: abbiamo un bacino di talenti incredibile, che si formano nelle nostre università e che provano a fare impresa restando in Calabria. Noi dobbiamo fare in modo di aiutarli, di sostenerli e di creare un ecosistema digitale che trovi nella Regione una sponda e non un avversario”.
Il consigliere regionale, però, non si ferma solo alle startup: “Il mio è un progetto – prosegue Giordano - che si muove in direzione di una vera e propria Regione digitale, che attui i dettami dell’Agenda Digitale e che veda i cittadini non come un problema, ma come una risorsa. Insieme a loro si può e si deve iniziare a lavorare su temi importanti quale la sburocratizzazione, l’efficacia dei servizi per le imprese e la creazione di Sportelli Unici grazie ai quali prenotare servizi con un click. Si pensi solo a quanto i cittadini apprezzerebbero servizi come il fascicolo sanitario elettronico, o una scuola realmente digitale e connessa che spieghi agli studenti quali sono le reali possibilità dell’essere connessi e in contatto con tutto il mondo, integrando la didattica tradizionale con le nuove tecnologie, o ancora la possibilità di prenotare esami o documenti direttamente dal proprio computer o smartphone”.
“In Calabria – conclude Giordano – resta ancora tanto da fare: vi sono ancora ora paesi senza una connessione Adsl e il nostro territorio è tra i più colpiti dal digital divide, come ci ricordano anche i più recenti studi della Commissione Europea. Occorre dare nuovo slancio, creando una vera e propria Agenda digitale calabrese da concertare con i cittadini, e individuare le priorità per dare la possibilità ai nostri giovani di restare in Calabria puntando sull’economia del futuro, quella digitale”.