Direttore: Aldo Varano    

Fabio Guerriero contro i proclami sulla scuola regionale del turismo a Crotone

Fabio Guerriero contro i proclami sulla scuola regionale del turismo a Crotone
ReP
 

Dura constatazione del candidato al Consiglio Regionale nel PD in merito alle dichiarazioni della Stasi e di Salerno
E’ fin troppo squallido il tentativo del governo regionale uscente di centrodestra di rastrellare qualche voto con tecniche propaga che in Calabria non sono mai superate. Questo è quanto sostiene Fabio Guerriero, candidato Socialista nella lista PD nel collegio Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia.
Le dichiarazioni della Stasi e Salerno, relative alla scuola di Turismo, appaiono tardive ed inadeguate in un territorio, quello crotonese, che vive uno stato di degrado ambientale, infrastrutturale e occupazionale che non aveva mai conosciuto prima.
Solo oggi i bravi amministratori regionali si svegliano da un torpore durato ben 5 anni e, casualmente, lo fanno a ridosso delle elezioni regionali che li vedranno certamente perdenti.
Ritengo sarebbe stato molto più serio e coerente con le linee di sviluppo già esistenti, implementare l’offerta formativa, potenziare i trasporti pubblici locali per favorire lo spostamento degli studenti degli Istituti Alberghieri di Cirò Marina e de Le Castella per collegare gli istituti alberghieri all’industria del turismo che, in Calabria, è una straordinaria possibilità di crescita e di benessere per tutti.
Carissimi esponenti della giunta regionale sui problemi della provincia di Crotone arrivate tardi ed in malo modo complice anche la circostanza che in Calabria, circostanza senza precedenti in Italia, non avete avuto il tempo di nominare un assessore al turismo.
Turismo, che a mio avviso, dovrebbe essere il vero volano di sviluppo della nostra regione e che voi avete, colpevolmente, ignorato. Bocciati.


Fabio Guerriero
Candidato al consiglio regionale
Lista Pd