Direttore: Aldo Varano    

Bottino pieno per la Rugby Reggio Calabria: 39 - 7 alla Svicat Lecce e quinto posto in classifica

Bottino pieno per la Rugby Reggio Calabria: 39 - 7 alla Svicat Lecce e quinto posto in classifica

La Rugby Reggio Calabria sfodera una prestazione maiuscola e al San Cristoforo infligge un pesante 39 - 7 alla Svicat: la vittoria consente ai gialloneri di lasciarsi alle spalle il segno meno in classifica e di risalire in quinta posizione ai danni del Padua Ragusa, mentre per i leccesi la sconfitta complica il cammino verso il terzo posto distante 8 lunghezze a tre giornate dal termine della fase territoriale.

Il XV di Palmer si mostra sin dalle prime battute solido e determinato, occupa a lungo il campo avversario e al 15° trova i primi tre punti con il piede di Canale; due minuti più tardi arriva la prima marcatura pesante: pallone recuperato in difesa e ricalciato avanti, ovale nuovamente recuperato e calciato lungo da Cangemi con Aloe che è il più rapido a raggiungerlo e a schiacciarlo in meta; Canale manca la trasformazione ma la Rugby Reggio è già oltre il break, 8 - 0. La Svicat prova a farsi sotto ma paga le imprecisioni e si scontra contro una difesa che non concede nulla, e al 33° dopo un altro paio di buoni possessi in attacco i padroni di casa trovano la seconda meta: touche nei 22 avversari, pallone subito fuori alla mano, Canale va oltre e serve Cervasio che con perfetto timing si inserisce, riceve l'ovale e va in meta sotto i pali; l'apertura reggina trasforma, 15 - 0 il parziale. Nel finale di tempo ancora possesso e territorio in favore dei padroni di casa ma nessuna segnatura, si va al riposo con il doppio break di vantaggio.

In apertura di ripresa il copione non cambia e dopo tre minuti a farne le spese è Fabio Pagliara che riceve il cartellino giallo: la Rugby Reggio non piazza e va in touche a cinque metri, lancio sull'ultimo blocco di salto e maul avanzante con Palmer che schiaccia l'ovale oltre la linea di meta; la trasformazione di Canale fissa il risultato sul 22 - 0. Al 49° arriva poi la quarta meta: touche sui cinque metri avversari, palla fuori ed è ancora Palmer a sfondare in meta col supporto dei compagni in spinta; Canale non centra i pali, dopo 10 minuti i gialloneri si portano sul 27 - 0. Nuovamente in 15 gli ospiti provano a farsi sotto e dopo una buona occasione sfumata nel gioco rotto che caratterizza questi minuti di gara, trovano in apertura di ultimo quarto la loro unica marcatura di giornata grazie alla giocata di Federico Pagliara che con un calcetto scavalca la prima linea di difesa, recupera l'ovale e va in meta: Peens trasforma, 27 - 7 il parziale. Altre fasi di gioco rotto, tante mischie ma poche occasioni; al 72° la Svicat resta poi definitivamente in 14 a causa del cartellino rosso rimediato dalla seconda linea Cuscito reo di aver detto qualche parola di troppo all'arbitro in occasione di un fallo fischiato proprio in favore degli ospiti nei 22 reggini, con conseguente calcio girato. Quattro minuti più tardi arriva la quinta meta dei gialloneri: touche nei 22 avversari conquistata dopo la spinta in una mischia con introduzione Svicat, lancio preciso, pallone al largo fino all'estremo Cutrupi che va in meta in bandierina; Canale non trova i pali, quattro minuti al termine e punteggio di 32 - 7 in favore del XV di casa. Nel finale di gara, fallo professionale di Fabio Pagliara a cinque metri dalla linea di meta Svicat, prova a giocare veloce la Rugby Reggio e altro fallo di antigioco, stavolta da parte di Federico Pagliara che non rispetta la distanza e interviene immediatamente sul giocatore avversario impedendo la ripresa veloce; l'arbitro ferma il gioco, chiama a sé i due giocatori ed estrae due cartellini gialli: per Fabio Pagliara è il secondo, dopo quello rimediato in apertura di secondo tempo, e si trasforma così in cartellino rosso. La punizione è calciata in touche dai reggini e dalla maul che ne nasce arriva la terza marcatura personale di coach Palmer; la trasformazione di Canale fissa poi il punteggio finale sul 39 - 7.

Note positive di giornata la compattezza e l'aggressività della cerniera difensiva, l'ottima organizzazione del pack nelle fasi statiche e nelle driving maul e l'accurata gestione dei possessi in attacco; da segnalare inoltre il buon esordio in serie B del giovane Riccardo Stilo, mediano di mischia reggino classe 1995.

Rugby Reggio Calabria - Svicat Lecce 39 - 7
(mete 6 - 1 / punti 5 - 0)
1°t
15° cp Canale 3 - 0
17° meta Aloe 8 - 0
33° meta Cervasio, trasf Canale 15 - 0
2°t
43° cart giallo Pagliara Fa.
45° meta Palmer, trasf Canale 22 - 0
49° meta Palmer 27 - 0
61° meta Pagliara Fe., trasf Peens 27 - 7
72° cart rosso Cuscito
76° meta Cutrupi 32 - 7
78° cart giallo Pagliara Fa., cart rosso
78° cart giallo Pagliara Fe.
79° meta Palmer, trasf Canale 39 - 7
Rugby Reggio Calabria
Cutrupi, Filardo, Bercich, Cangemi, Aloe (41° Gattuso), Canale, Stilo F. (52° Stilo R.), Palmer, Cervasio (75° Ammendola), Sorbara, Masuero, Callea (45° Di Perna), Maesano, Imbalzano (56° Khaoua), Scappatura (70° Pedà).
A disposizione: Polifroni.
Svicat Lecce
Peens, Pagliara Fe., Calabrese, Ciottolo (60° Civino), Maci (55° Pagliara S.), Forte Al. (35° Pagliara Fa.), Mendrino, Rathore, Corbascio (74° Scardia), Brillantina, Cuscito, Semeraro (64° Rapanà), Escobar (10° Stano), De Gioia, Capoccia.
A disposizione: Forte An.
Arbitro: Marchese
Gdl: Angheloni, Pellicanò

Umberto Chirico - ASD Rugby Reggio Calabria