Direttore: Aldo Varano    

DELRIO. Sfida fondi Ue 2015 vale due punti Pil del Mezzogiorno

DELRIO. Sfida fondi Ue 2015 vale due punti Pil del Mezzogiorno

"Con l`accelerazione della certificazione della spesa nell`ultima parte del 2014, siamo riusciti a raddrizzare un po` la barca e abbiamo evitato due miliardi di disimpegno di fondi strutturali. Ora la sfida nel 2015 è spendere i 13,5 miliardi restanti della programmazione 2007-2013, di cui 9 nel Mezzogiorno: se riusciamo a centrare questo obiettivo, nel Sud avremo una spinta aggiuntiva alla crescita pari a due punti percentuali di Pil. È una delle grandi sfide del Governo per rendere più robusta la ripresa del Paese". Lo afferma Graziano Delrio, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con la delega alla coesione e ai fondi strutturali Ue, in una intervista al Sole 24 Ore.

"Abbiamo lavorato bene - sottolinea - con le task force e il monitoraggio continuo dei programmi, soprattutto là dove era più alto il rischio di perdere fondi, nei programmi regionali di Campania, Calabria e Sicilia, ma anche nel programma nazionale per Pompei. In sostanza abbiamo anticipato il lavoro che farà l`Agenzia per la coesione di accompagnamento delle amministrazioni e monitoraggio della spesa. Da quel che so a Bruxelles l`introduzione di questo cambiamento è stato molto apprezzato. Dobbiamo continuare con un lavoro di rigore e di disciplina nella Pa.

"La sfida 2015 - osserva Delrio - si può sintetizzare così: da molte regioni del centro-nord ci arrivano già segnali importanti che il Pil è ripartito, al Sud invece è ancora tutto fermo.

Sbloccare il Pil del Sud vuol dire far crescere l`Italia. Se riusciamo a spendere tutti i 9 miliardi previsti, avremo due punti percentuali aggiuntivi di Pil per il Mezzogiorno".