Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Cafiero De Raho: giudici costretti oggi a valutazioni che non spettano loro

REGGIO. Cafiero De Raho: giudici costretti oggi a valutazioni che non spettano loro

"La lentezza dei processi non consente di raggiungere il risultato per il quale sono aperti: la certezza della pena". Lo ha detto il Procuratore di Reggio CALABRIA, Federico Cafiero de Raho, nel corso della presentazione del libro 'Chiamatela pure giustizia (se vi pare)' scritto dall'ex Procuratore di Napoli Giandomenico Lepore e dal giornalista Nico Pirozzi. "Dovremmo cominciare a capire - ha aggiunto Cafiero de Raho - come dare efficienza al pianeta giustizia e in quale direzione operare.

Ma sarebbe riduttivo pensare di intervenire solo sulla condizione del magistrato. E' il meccanismo processuale che va rivisto e probabilmente bisogna incidere sulla prescrizione. Sono tante le problematiche da guardare". "Ai giudici -ha proseguito - spetta il compito di applicare le leggi. Oggi sono costretti a fare una serie di valutazioni che non spettano a loro. Bisognerebbe inserire una gerarchia nell'ambito dell'intervento giudiziario citando il caso del reato di ingiuria e di quello di estorsione che comportano lo stesso impiego di uomini e mezzi. E' una giustizia gravata da una serie di altri compiti che in altri Stati vengono gestiti da sistemi diversi e alcuni reati puniti attraverso altri strumenti".