Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Unindustria Calabria: presentazione studio sull'andamento congiuntura economica calabrese

REGGIO. Unindustria Calabria: presentazione studio sull'andamento congiuntura economica calabrese

Si terrà il prossimo giovedì 22 gennaio la prima Assemblea pubblica di Unindustria Calabria. Per l'occasione verranno presentati lo studio sull'andamento della congiuntura economica calabrese curato dalla professoressa dell'Unical Rosanna Nisticò dall'emblematico titolo "Senza lavoro" e quello realizzato dalla Fondazione Einaudi con Ubi Banca "Un disperato bisogno di crescere", curato da Mario Deaglio. Particolarmente ricco il parterre delle personalità coinvolte da Unindustria Calabria per confrontarsi e dibattere sui temi caldi dell'economia del territorio. Oltre ai curatori degli studi citati, saranno il Presidente ed il direttore generale di Ubi Banca, Massamormile ed Avantaggiato, ad affrontare in due distinte sessioni le problematiche connesse alla fondamentale leva del credito. L'economista Gianfranco Viesti sarà il trait d'union tra il momento dell'analisi economica, rigorosa e scientifica, e quello del confronto istituzionale e politico sul "che fare" che vedrà tra i protagonisti il responsabile Mezzogiorno di Confindustria Alessandro Laterza, il Presidente Natale Mazzuca, il Presidente della Regione Mario Oliverio, la vice Presidente di Confindustria responsabile dell'organizzazione Antonella Mansi ed un rappresentante del Governo. E' quanto è scaturito nel corso della prima riunione del Consiglio di Presidenza di Unindustria Calabria tenutosi dopo l'Assemblea che ne ha sancito l'avvio operativo con l'elezione del Presidente Natale Mazzuca, al termine di un processo durato circa dodici mesi che ha visto la messa in rete delle Associazioni territoriali calabresi di Confindustria, l'innovazione e l'implementazione dell'offerta dei servizi alle imprese associate ed il completo ridisegno organizzativo del sistema della rappresentanza. Un percorso virtuoso certificato dal Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi che lo ha indicato quale modello di riferimento.Particolarmente importanti i primi adempimenti previsti, tra cui spiccano la elezione del vice Presidente e l'assegnazione delle deleghe. Su proposta del Presidente Mazzuca, è risultato eletto quale vice Presidente di Unindustria Calabria il Presidente di Confindustria Catanzaro Daniele Rossi al quale sono state assegnate, tra le altre, le deleghe al lavoro, formazione, ricerca, innovazione, internazionalizzazione ed export. Al Presidente di Confindustria Reggio Calabria Andrea Cuzzocrea, Mazzuca ha affidato la delega alle attività produttive, logistica e portualità con particolare riferimento a Gioia Tauro. Delle politiche ambientali ed energetiche si occuperà il Presidente di Confindustria Vibo Valentia Antonio Gentile mentre sarà Michele Lucente, Presidente di Confindustria Crotone, ad occuparsi di cultura, università e filiera turistica. Le politiche relative ad urbanistica, infrastrutture, lavori pubblici e casa saranno seguite dal Presidente di Ance Calabria Francesco Berna, sarà lo stesso Presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca a seguire quelle relative alla programmazione ed al credito.

"Il rinnovato assetto politico ed organizzativo della nostra Associazione -ha dichiarato Natale Mazzuca- ci pone nelle condizioni di poter offrire di più e meglio al sistema delle imprese associate a Confindustria tanto in termini di efficienza per l'assistenza tecnica che di efficacia nella rappresentanza degli interessi nelle sedi istituzionali deputate. Il primo appuntamento con il Presidente della Regione Mario Oliverio, che ci ha visti tutti presenti, ha rappresentato un primo positivo approccio tanto in termini di condivisione delle emergenze da affrontare in maniera prioritaria che di visione strategica rispetto agli obiettivi di rilancio e crescita dell'economia regionale". "Al Presidente Oliverio - ha proseguito il leader degli industriali calabresi di Confindustria - abbiamo offerto la disponibilità del sistema delle imprese per quanto attiene alle competenze tecniche, alla capacità ed alla voglia di investire ed al desiderio di concorrere allo sviluppo della Calabria in termini economici e sociali. Quello che abbiamo chiesto - ha concluso il Presidente Mazzuca - è trasparenza, rispetto delle regole e della legalità, utilizzo produttivo dei fondi pubblici, efficace gestione dei fondi comunitari finalizzati a progetti strategici e di spessore".