Direttore: Aldo Varano    

TAURIANOVA (RC). Imprenditore suicida. La dichiarazione di Federica Dieni (M5S)

TAURIANOVA (RC). Imprenditore suicida. La dichiarazione di Federica Dieni (M5S)
Un noto imprenditore calabrese, Vincenzo Cannata', di 83 anni, si e' suicidato ieri gettandosi dal balcone della sua abitazione a Taurianova. Nel 1975 Cannata' fu vittima di un sequestro a scopo di estorsione. Rapito il 15 dicembre fu rilasciato il 13 gennaio successivo, dopo il pagamento di un riscatto di poche decine di milioni di lire. Titolare di una societa' leader nel settore della cancelleria e di prodotti da ufficio, nel corso della sua attivita' l'imprenditore aveva subito alcuni danneggiamenti.
 
Nel 2010 il suo stabilimento di Taurianova venne distrutto da un incendio e lui fu costretto a licenziare una cinquantina di dipendenti che vi lavoravano. Tre mesi fa Cannata' aveva tentato di uccidersi tagliandosi le vene, ma era stato soccorso e salvato da due badanti. Secondo quanto si e' appreso, l'uomo non ha lasciato messaggi per spiegare il suo gesto. Sulla vicenda e' intervenuta la deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni secondo la quale "il suicidio di Vincenzo Cannata', oltre a rappresentare un grande dolore per tutti i reggini, e' un fallimento delle nostre istituzioni".
 
"La mia vicinanza - ha aggiunto - va alla famiglia ed a coloro che gli volevano bene. Purtroppo questo fatto non fa altro che approfondire il solco che divide i cittadini, specie quelli che si mettono in gioco nel mondo economico, e la politica. Chi non conosceva la vicenda di Vincenzo Cannata'? La sua sofferenza per il continuo ridimensionamento della sua attivita'? Lo strazio per essere costretto a licenziare i suoi operai? Ebbene, c'e' un'alternativa alla pericolosa idea che la perdita del lavoro corrisponda alla perdita di ogni speranza di sopravvivenza. Dobbiamo lottare tutti assieme per cambiare questa situazione e per approvare un reddito di cittadinanza che salvi la nostra gente dalla disperazione".