Direttore: Aldo Varano    

Ass. “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: è lo Stato assassino che uccide i calabresi sulla S.S.106

Ass. “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: è lo Stato assassino che uccide i calabresi sulla S.S.106
ReP
 

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” informa che nell’articolo di oggi de “Il Sole 24 Ore” dal titolo "Nel Def solo 49 opere prioritarie" a firma di Giorgio Santilli vengono descritte le prossime iniziative del nuovo ministro alle infrastrutture Graziano Delrio.

Nell’articolo si dice che “dopo Pasqua, in vista del Consiglio dei ministri che approverà il Documento di economia e finanza (Def)” all’interno del quale verrà già data una drastica sterzata alla politica delle grandi opere. In sintesi si passa da un piano di investimenti in infrastrutture da 383 miliardi di euro ad “una griglia severa di 49 opere prioritarie per un valore dell’ordine di 80 miliardi”.

Tra le vittime illustri del primo drastico taglio al piano della legge obiettivo – si legge nell’articolo – ci saranno “anche opere che il documento continua a considerare prioritarie come la Salerno-Reggio Calabria, la strada statale Jonica 106”.

Invece di investire per ammodernare la “strada della morte” ovvero la strada più pericolosa d’Italia in modo che possano essere scongiurate altre vittime ed altri feriti per far finire la più grande Strage di Stato nella storia della Repubblica italiana viene deciso di investire in infrastrutture dove si ha una rete di trasporti già solida e consolidata. Invece di investire in una regione che dal punto di vista economico rappresenta, proprio a causa della mancanza di infrastrutture, il fanalino di coda dell’Europa si decide di investire altrove. Invece di investire economie dove è necessario si continua ad investire dove non è necessario.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ritiene che ciò che viene riportato da “Il Sole 24 Ore” nel silenzio e nell’indifferenza delle istituzioni calabresi ci permette di poter affermare con certezza che il piano di investimenti previsto dal neo ministro Graziano Delrio è l’ennesima prova di quanto lo Stato italiano in Calabria è l’assassino che uccide i calabresi sulla S.S.106.


In allegato articolo de “Il Sole 24 Ore”
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2015-04-04/nel-def-solo-49-opere-prioritarie-081111.shtml?uuid=ABGjtTKD