Direttore: Aldo Varano    

LAMEZIA. Rosario Piccioni: “con chi sta Paolo Mascaro?”

LAMEZIA. Rosario Piccioni: “con chi sta Paolo Mascaro?”
ReP

Appreso dalla stampa che Paolo Mascaro afferma di voler parlare il linguaggio della realtà, vogliamo porgli alcune domande sperando che anche le risposte siano “reali”. Che intende fare il candidato Paolo Mascaro rispetto ai numerosi progetti avviati in questi anni nella nostra città per promuovere l'accoglienza e l'integrazione delle persone immigrate? Che atteggiamento avrà di fronte a iniziative che hanno avuto ricadute positive su tutta la comunità lametina come lo “Sprar”, “Le Querce di Mamre”, le attività svolte dalla Comunità “Luna Rossa”?
Man mano che ci avviciniamo all’appuntamento elettorale, i nodi vengono al pettine e ancor più verranno al pettine se malauguratamente la città dovesse andare in mano a un centrodestra frammentato e litigioso, che mira solo alla conquista del potere con i metodi della vecchia politica e del populismo arrogante.
Altro che l’armata di 11 liste! Con chi sta Paolo Mascaro che afferma di ispirarsi ai principi del cattolicesimo? Con Salvini e i suoi sodali lametini del Mtl di Cristiano e Furgiuele, che immaginano una razza lametina “puro sangue” facendoci ricordare periodi drammatici della storia del 900, oppure con la Caritas e le tante organizzazioni di volontariato laico e cattolico impegnate ogni giorno per costruire una comunità inclusiva e solidale? Oppure vuole farci credere che lui è capace di stare tanto con gli uni quanto con gli altri? Sulle case abusive, ancora: cosa dobbiamo aspettarci da Mascaro? Andrà avanti nella direzione legalitaria affermata in questi anni o rilancerà la sanatoria proposta dall’alleato Cristiano?
Paolo Mascaro, se vuole davvero parlare il linguaggio della realtà, deve rispondere a queste domande. Non a me, ma ai cittadini che saranno chiamati a pronunciarsi con il voto il prossimo 31 maggio. Perché, date queste premesse e date le prese di posizione di alcuni dei suoi alleati, difficilmente la coalizione che sostiene Paolo Mascaro potrà offrire una prospettiva politica e programmatica per la città. E a pagarne il prezzo saranno i cittadini di Lamezia che a breve, delle sparate da campagna elettorale, non sapranno che farsene.