Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Metropolitana, Abramo: "rivoluzione nel trasporto pubblico"

CATANZARO. Metropolitana, Abramo: "rivoluzione nel trasporto pubblico"

ReP

“La metropolitana di superficie, obiettivo che abbiamo ostinatamente inseguito e sollecitato in tutte le sedi, e la sua futura integrazione con l’Amc sono destinate a rivoluzionare il sistema del trasporto pubblico del Capoluogo”.Lo ha affermato il sindaco Sergio Abramo il giorno dopo la firma del contratto per l’importante infrastruttura alla Regione.“Realizzata l’opera, mi auguro nei tempi previsti dal contratto, bisognerà costruire un sistema intelligente e autosostenibile che consenta ai cittadini e ai pendolari di non utilizzare l’automobile e spostarsi da un quartiere all’altro in pochi minuti. E’ una sfida fondamentale per costruire il Capoluogo di regione che vogliamo, polo direzionale per tutta la Calabria, ma anche città dotata di un’alta qualità della vita. Per questo l’integrazione fra il futuro “Pendolo” e la nostra Azienda per la mobilità cittadina, l’Amc, proposta dai progettisti su elementi forniti anche dal Comune, è stata la condizione fondamentale per convincere l’Unione Europea ad approvare la fattibilità del progetto, ritenuto in un primo tempo non ammissibile perché privo del requisito del rapporto costi-benefici”.“Ora che sono arrivate anche le firme sul contratto – ha aggiunto Abramo – il progetto potrà vedere finalmente la luce. Non posso non ringraziare il governatore Oliverio, che a marzo, con una delibera di Giunta ha rimodulato e inserito i fondi per la realizzazione della metropolitana di superficie all’interno dei Pac garantendo lo step successivo a quelli, altrettanto fondamentali, intrapresi dalla giunta Scopelliti dopo i passaggi iniziali sottoscritti da Loiero, Olivo e Traversa. Non bisogna dimenticare, infatti, che sulla metropolitana di superficie di Catanzaro è sempre stata altissima l’attenzione della politica regionale, indipendentemente dal suo colore politico, e che la precedente legislatura di centrodestra ha approvato, nel luglio 2013, il progetto definitivo, blindando il finanziamento necessario, ha incassato l’ok dell’Unione europea, bandito la gara d’appalto e sviluppato quasi per intero le procedure per l’assegnazione definitiva dei lavori, nonché ha approvato l’Accordo di programma fra la Regione, il Comune e la Provincia, rappresentata dal commissario straordinario Wanda Ferro. È proprio questo documento che rappresenta la base effettiva per le firme di ieri. Era sinergia istituzionale allora, lo è anche adesso. Ed è questa collaborazione che fa ben sperare per il futuro rilancio del Capoluogo”.“Con il “Pendolo” integrato agli autobus e ai servizi Amc – ha sottolineato ancora il sindaco - Catanzaro diventerà una città davvero europea anche dal punto di vista del trasporto pubblico locale. Le tre linee della metropolitana di superficie ricuciranno i quartieri di un territorio molto vasto, abbatteranno i tempi di percorrenza da un capo all’altro del Capoluogo, ma soprattutto sarà uno strumento fondamentale per contribuire al rilancio del suo splendido centro storico”.“A Oliverio – ha concluso Abramo – propongo di lavorare, fin d’ora, a un progetto che possa coinvolgere nel sistema della metropolitana anche la zona nord della città, nei cui quartieri esistono strutture sanitarie pubbliche e private di grande importanza regionale. Per questo ho già avviato i contatti con il ministero dell’Ambiente per individuare i finanziamenti necessari al prolungamento di qualche chilometro del tracciato già esistente”.