Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Vertenza Simply, c’è la soluzione. Uiltucs: «Risultato importante, ma teniamo alta la guardia»

REGGIO. Vertenza Simply, c’è la soluzione. Uiltucs: «Risultato importante, ma teniamo alta la guardia»
 

 

 

I lavoratori dei sei punti vendita cittadini Simply possono finalmente esultare dopo tanta amarezza, indignazione ed inquietudine, ritrovare la dignità di lavoratori e guardare con ottimismo al loro futuro personale e familiare. Infatti, c’è stato un accordo per il fitto di ramo d’azienda tra la Sgs group srl, società uscente nella gestione dei supermarket, e la Gicap spa, azienda subentrante. Dopo tanti sacrifici come numerosi stipendi non percepiti e il rischio di perdere il proprio lavoro che li hanno spinti ad assemblee fra gli scaffali vuoti, sitin in piazza Italia e vertici in Prefettura guidati dalla Uiltucs, dalla sua segretaria provinciale Sabrina De Stefano e dalla rsa Rocco Basile, i dipendenti ex Sgs group srl possono finalmente godersi questa vittoria, anche se è ancora parziale e occorrerà seguire con attenzione i successivi passaggi che concretizzeranno quanto stabilito in un patto fra aziende e sindacati che oltre i 65 lavoratori della Sgs group srl interessa anche i 49 di Saldo srl. Come si può leggere nel verbale d’accordo, sottoscritto per la Sgs group srl dagli amministratori giudiziari Francesco Aricò e Maurizio Occhiuto, per la Gicap spa da Giovanni Capone, Pietro Carrà e Roberta Capone ed anche dai sindacalisti De Stefano e Basile, “Carrà ha dato ha dato una sintetica descrizione del piano industriale affermando che tutti i punti vendita saranno aperti entro 90 giorni dalla stipula del contratto di fitto e, comunque, non oltre la metà di dicembre” e lo stesso ha affermato che “I punti vendita apriranno sia a marchio Sidis e Maxisidis o in alternativa Ard”. Lavoratori e sindacalisti non nascondono il loro entusiasmo, anche se cauto. E apprezzano la disponibilità degli amministratori Occhiuto ed Aricò. «Questa è una grande vittoria per i lavoratori e per la Uiltucs che ha seguito questa vertenza sin dall’inizio, stando fisicamente vicina a loro oltre che dal punto di vista sindacale. Apprezziamo la collaborazione di tutte le parti protagoniste in questa vicenda che segna questo risultato importante, ma ancora non è definitivo. Quindi promettiamo di tenere alta la guardia e di seguire ogni passaggio che porti al benessere di tutti i dipendenti dal punto di vista della retribuzione e dei diritti» è stato il commento della De Stefano appena concluso l’accordo.