Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Venerdì 16 convegno "La sana alimentazione. Nutrire il benessere, rispettare il Pianeta"

COSENZA. Venerdì 16 convegno "La sana alimentazione. Nutrire il benessere, rispettare il Pianeta"
 

Venerdì 16 ottobre dalle 15,00, presso la sala stampa Unical, si svolgerà il Convegno “La sana alimentazione. Nutrire il Benessere, rispettare il Pianeta”. L’evento, celebrato in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (celebrata in oltre 150 paesi) è promosso dal Centro Biomedico e Nutrizionale Health Center insieme alle Associazioni “Nutrizionisti senza Frontiere” e “Biologi senza Frontiere” - con il Patrocinio del Ministero della Salute. Si incastona tra i tanti progetti targatiFood for world, un’idea dell’associazione ‘Nutrizionisti senza frontiere’ che abbraccia venti città Italiane e cinquanta nutrizionisti con un unico messaggio: contrastare il problema dello spreco del cibo e della denutrizione infantile. L’obiettivo del Convegno è fornire spunti di riflessione sugli attuali modelli di consumo alimentare, la tutela delle risorse naturali e della biodiversità, la garanzia della sicurezza alimentare e la qualità della vita, per contrastare lo spreco alimentare. Infatti, oltre un terzo del cibo prodotto nel pianeta si spreca,allo stesso tempo, però sarebbe necessario aumentare la stessa produzione del 60-70% per soddisfare le esigenze del pianeta: un paradosso eliminabile attraverso uno stile alimentare più consapevole. Ridurre lo spreco di cibo significa anche salvare il Pianeta. Combattere lo spreco alimentare e le sue conseguenze ambientali dovrebbe essere obiettivo di tutti: in molti casi sono sufficienti semplici azioni da parte di singoli cittadini, produttori, rivenditori, ristoratori e imprese per contribuire a raggiungere la sicurezza alimentare e una migliore sostenibilità ambientale. “Questa Giornata, nata nel 1981 per iniziativa della FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione), ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della fame e malnutrizione nel mondo -ha dichiaratoil Dottor Ennio Avolio, ricercatore presso il Laboratorio di Neuroanatomia comparata - del Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della terra - e biologo nutrizionista presso il Centro Biomedico e Nutrizionale Health Center – ma anche incoraggiare le persone, a livello globale, ad agire contro questi problemi. Questo è quello che nel nostro piccolo cerchiamo di fare quotidianamente”. Le celebrazioni ufficiali della Giornata Mondiale dell’Alimentazione si terranno quest’anno presso Expo Milano 2015 e si preannunciano uno degli eventi di maggiore spicco dell’Esposizione Universale. Giunge al momento giusto, dopo il vertice di settembre 2015 e prima delle Conferenze Unite sui cambiamenti climatici offrendo un’occasione per mandare un messaggio forte ai giovani, la Generazione Fame Zero, sull’Agenda di sviluppo sostenibile 2030, per coinvolgerli nella sfida per l’eliminazione sostenibile di fame e povertà nei prossimi 15 anni. La cerimonia ufficiale commemorerà il 70° anniversario della FAO e oltre agli ospiti principali interverranno il Presidente dell’Ifad e la Direttrice Esecutiva del PAM e verranno ascoltate le parole di papa Francesco.