Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Martedì 10 al "Cilea" l'evento "Dipinto Rosso- per i 60 anni di Mimmo Martino"

REGGIO. Martedì 10 al "Cilea" l'evento "Dipinto Rosso- per i 60 anni di Mimmo Martino"

Si è svolta ieri sabato 6 novembre, nella sala convegni della pinacoteca Comunale di Reggio Calabria, la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Dipinto Rosso - per i 60 anni di Mimmo Martino”, che si terrà martedì prossimo, 10 novembre, al Teatro Cilea, a partire dalle ore 20. Dipinto Rosso è una serata che rappresenta, come spiegato dai figli Claudio e Simone e da Caterita Lo presti, “compagna di vita” di Mimmo Martino, “un punto di (ri)partenza, per riaprire un sipario che si è chiuso il 31 gennaio di quest’anno, ma che vogliamo riaprire per non essere assorbiti dal buco nero rappresentato dalla scomparsa di Mimmo”. L’evento, voluto ed organizzato dalla famiglia, in collaborazione con l’Associazione Culturale Magnolia e il Coordinamento Ecclesiastico di prima Accoglienza, è perfettamente sintetizzato nella grafica del manifesto, in cui il volto e il sorriso di Mimmo sono composti dai nomi dei tanti amici ed artisti che si esibiranno la sera di martedì 10. Per ricomporre ciò che si è perso trovandolo in ciascuno di noi.

“Mimmo Martino era un gigante che sapeva volare basso, che sapeva ascoltare gli altri. Ecco perché abbiamo accolto subito la proposta della sua famiglia che è diventata necessità collettiva: festeggiare il 60mo compleanno insieme alla città, che lo amava e che lui amava, ci è sembrato normale.” Con queste parole, che raccontano in breve la personalità dell’artista, Ezio Marrari, in rappresentanza dell’ass. Magnolia, ha dato il via ad un crescendo di ricordi ed emozioni che hanno coinvolto tutti i presenti.

Bruna Mangiola, rappresentante del coordinamento al quale verrà devoluto, sostenute le spese, l’incasso della serata, ha sottolineato l’importanza della solidarietà, il sostanziale aiuto che l’organizzazione apporta durante gli sbarchi e nei giorni successivi, il legame fraterno che si costruisce tra i volontari e gli immigrati.

Nelle parole dei figli Claudio e Simone si è avvertita tutta, inequivocabile, l’emozione di poter festeggiare ancora “l’assenza” per trasformarla in bellezza, insieme ai tanti artisti (saranno oltre 40 esibizioni) che hanno conosciuto, stimato ed amato un uomo che credeva nel valore delle radici, che aveva fatto della stampella un simbolo di forza e rivoluzione per un cambiamento che si augurava sempre. Artisti che hanno voluto fare un regalo alternandosi tra musica, canto e teatro.

A concludere la moglie Caterita Lo Presti: “I 60 anni di Mimmo ci hanno colti senza di lui. Così, da subito, ci è venuto in mente che avevamo già pensato, in tempi tranquilli, che i compleanni tondi vanno festeggiati in maniera particolare. Volevamo provare a dare un senso di comunità a questa città, a questa emozione nata subito dopo la sua scomparsa. Volevamo canalizzarla sia verso di noi che nei confronti di tutte le persone che lo hanno conosciuto, offrendo a tutti un qualcosa che non è solo uno spettacolo, ma è un modo di partecipare affetto, canalizzare idee ed emozioni. Ci piacerebbe che fosse il punto di partenza rispetto a qualche altra cosa che non so ancora cosa sarà: dipenderà dalla forza che avremo come comunità, come città, alla voglia di cambiamento positivo, verso la bellezza”. Un nuovo punto di inizio, un punto e a capo in cui Mimmo Martino sarà sempre presente, canterà ancora, festeggerà altri compleanni finché la memoria resterà nella memoria e le radici verranno lasciate intatte.

Gli inviti sono disponibili fino a domenica sera nelle sedi elencate sulla pagina dipintorosso/ di Facebook. Lunedì sarà possibile ritirare gli inviti davanti al Teatro Cilea. Martedì 10 fino alle 19, e comunque fino ad esaurimento dei posti disponibili, sarà possibile ritirare gli inviti direttamente all’interno del Teatro Cilea.

L’evento è patrocinato dal Comune di Reggio Calabria e dall’Assessorato alla Cultura.