Direttore: Aldo Varano    

VIBO. Nesci (M5s) presenta esposto per sbloccare gli stipendi dei dipendenti provinciali

VIBO. Nesci (M5s) presenta esposto per sbloccare gli stipendi dei dipendenti provinciali
 

«Bisogna pagare subito gli stipendi dei dipendenti della Provincia di Vibo Valentia, che non possono subire i danni derivanti dalle passate gestioni dell'ente né quelli provocati dai rimpalli di responsabilità che si stanno verificando di recente». Lo dichiara la deputata M5s Dalila Nesci, che in proposito ha inviato un esposto alla Procura di Vibo Valentia, trasmesso per conoscenza anche al presidente del Consiglio dei ministri, al ministro dell'Interno, al prefetto di Vibo Valentia e alle direzioni generali delle banche Mps e Bnl.

 

Nell'esposto la deputata M5s ha ricordato che «i dipendenti non ricevono il dovuto stipendio da luglio, benché per l'articolo 36 della Costituzione ogni lavoratore abbia diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa». «Proprio il Monte dei Paschi di Siena, che ha rilevanti quote nella Banca d'Italia, nel 2013 – ha scritto la parlamentare – ebbe circa 4 miliardi di euro di aiuti statali in forma di bond. Inoltre, Banca Marche, Popolare dell’Etruria (presso cui, peraltro, lavorano il padre e il fratello del ministro per le Riforme), Cassa di risparmio di Ferrara e Cassa di risparmio di Chieti sono state salvate con un'apposita, tanto discussa iniziativa. Ancora, Bnl ha quote della Banca d'Italia, soggetto privato di diritto pubblico che, parte del Sbce, ha un reddito da signoraggio derivante dall'emissione della moneta nel sistema dell'euro, che al popolo ha sottratto parte della sovranità sancita dall'art. 1 della Costituzione, il che non è avvenuto nelle condizioni di parità con gli altri Stati previste dall'art. 11 della Costituzione». Nesci, che alla Procura di Vibo Valentia ha chiesto l'accertamento dei fatti e delle eventuali responsabilità penali, ha rammentato che aveva posto la necessità di un intervento straordinario per la Provincia di Vibo Valentia». In quella occasione il sottosegretario di Stato Enrico Zanetti aveva risposto che «eventuali situazioni straordinarie saranno valutate attentamente, al fine di individuare con le amministrazioni competenti le possibili soluzioni, nel rispetto, comunque, delle vigenti disposizioni e degli obiettivi stabiliti dal programma di Governo».