Direttore: Aldo Varano    

VILLA SG. Sentinelle in piedi il 23 gennaio contro le unioni civili

VILLA SG. Sentinelle in piedi il 23 gennaio contro le unioni civili

Le 'Sentinelle in piedi' tornano a vegliare e questa volta lo fanno a Villa San Giovanni, sabato 23 gennaio dalle ore 17 in piazza Rosario. L'appuntamento, in concomitanza con altre 100 piazze in tutta Italia, nasce per bloccare il ddl Cirinna' sulle unioni civili che andrà in Senato il prossimo 28 gennaio. "E' una proposta di legge che - si legge nel comunicato del comitato cittadino di Reggio Calabria - attacca direttamente la famiglia perché' crea un vero e proprio matrimonio gay. Infatti, in discussione non ci sono i diritti dei singoli all'interno di una coabitazione, o diritti di visita in ospedale, piuttosto che eredite' da trasmettere a chi si crede piu' prossimo. Tutto questo e' gia' regolamentato dal diritto privato. Dietro la pressione delle lobby Lgbt, anche il Parlamento sta per cedere alla pressione di una piccola minoranza. Ma una legge non rendera' uguali - scrivono gli esponenti delle 'Sentinelle in piedi' - due realta' differenti, poiche' non e' lo Stato a rendere unite due persone, non e' l'uomo a decidere l'ordine della realta'. Esiste infatti la legge naturale che viene prima di ogni legge statale a cui il diritto civile di un governo democratico dovrebbe piegarsi per evitare il prevalere dell'opinione del piu' forte". Secondo il movimento, "la prova lampante che il ddl Cirinna' scardina il matrimonio e quindi la famiglia, e' che la stessa apra la strada alla concezione del figlio come un diritto, come un oggetto. Se questo testo diventasse legge due persone adulte avrebbero il diritto, in funzione unicamente di un desiderio, di fabbricare un bambino con ovuli, utero e seme esterni, sfruttando e pagando il corpo di donne straniere di tornare in Italia e - proseguono - di vedersi riconosciuto quel bambino come figlio, quando figlio non e'. Tutto questo avverrebbe ai danni dei piu' piccoli che non solo sarebbero strappati ai loro genitori biologici, ma verrebbero cresciuti in assenza della necessaria bipolarita' sessuale del padre e della madre". Per le 'Sentinelle in piedi' del comitato reggino, "il matrimonio e' una reciproca donazione, esclusiva, di un uomo e una donna. Da Nord a Sud - concludono - il popolo e' pronto per ritrovarsi in piazza a Roma il prossimo 30 gennaio per il nuovo grande family day".