Direttore: Aldo Varano    

Sfiducia Occhiuto, Ferro (FI): “la vera forzatura su Cosenza l’ha voluta il centrosinistra”

Sfiducia Occhiuto, Ferro (FI): “la vera forzatura su Cosenza l’ha voluta il centrosinistra”

 

“Da dirigente di partito parto dico che, rispetto a quanto accaduto a Cosenza, sarebbe stato un atto politico più chiaro e sincero se si fosse discusso all’interno di una sede di partito e non in qualche stanza con un trasversalismo che, purtroppo, non premia questa nostra terra. Non premia a livello regionale. Non premia a livello locale”. Così Wanda Ferro, vice coordinatrice regionale di Forza Italia in Calabria, intervistata da Cosenza Post, commenta quanto accaduto a Cosenza. Rispondendo a Magorno che ha attribuito la colpa di quanto successo a un’implosione di Forza Italia, Ferro spiega che “Sentendo altri esponenti del csx, che sono all’interno del Pd o compagni di viaggio del Pd, alla fine la vera forzatura è stato il centrosinistra che l’ha voluta su Cosenza. Sulle vicende che non conosco, su quello che si legge a destra e sinistra, ovviamente non mi addentro, perché non sta a me” continua. “Il centrosinistra dovrebbe vincere sulle forze del centrosinistra, altrimenti si replica quel modello secondo cui ognuno è libero, in base a una scelta non soltanto politica, di passare da una parte all’altra. Un csx che realmente può competere con uomini e con idee avrebbe fatto finire l’amministrazione, senza utilizzare stampelle del centrodestra. È sempre un’operazione di trasversalismo, non fa bene alla politica, porta alla disaffezione della gente. Il cittadino rimane disorientato, lo vede più come una guerra per le future poltrone che nell’interesse di questa nostra terra. Facendo un mea culpa anche da parte di Forza Italia”. “A Cosenza è avvenuto quello che è avvenuto e, sinceramente, sarebbe anche bello poter capire il cittadino che ha vissuto quella realtà (ecco io la vivo di meno) che memoria ha di quanto si è fatto dal punto di vista amministrativo, perché spesso quello che si fa per il bene comune incide elettoralmente più delle sacche di consenso ad personam” conclude