Direttore: Aldo Varano    

NESCI e PARENTELA (M5s): "sanità, PD abbia il coraggio di revocare i commissari"

NESCI e PARENTELA (M5s): "sanità, PD abbia il coraggio di revocare i commissari"
 "E' singolare che il governatore Oliverio affermi di non voler cacciare i commissari Scura e Urbani e il segretario del Pd calabrese, Ernesto Magorno, dica invece di volerli mandare a casa. Nel Partito democratico ci sono i 'verdini' e i 'verdoni', gli impresentabili e i comici". Lo hanno sostenuto, a margine di un'iniziativa pubblica a Vibo Valentia sul tema "La legalita' nella sanita' della Calabria", i deputati del Movimento 5 Stelle Dalila Nesci e Paolo Parentela. "Confermiamo la nostra intenzione - hanno aggiunto - di cacciare Scura e Urbani, per il bene dei calabresi. Anche noi non abbiamo nulla di personale nei confronti dei due delegati del Governo, ma ribadiamo che la loro nomina e' manifestamente illegittima e che il Piano di rientro e' del tutto infondato. Riteniamo una grande perdita di tempo le chiacchiere e i teatrini e suggeriamo la via dei fatti". "Il Pd calabrese - dicono ancora Nesci e Parentela - abbia il coraggio di battere i pugni, ricordando a Renzi che per legge la sanita' calabrese doveva tornare nelle mani della Regione gia' dal primo gennaio del 2013 e che dal 1999 la Calabria ha avuto un miliardo e settecento milioni di euro in meno per curare i 287 mila malati cronici in piu' rispetto alle altre regioni. Invitiamo Oliverio ad essere conseguente con i suoi propositi e a non perdere altro tempo. Come il Governatore sa bene, noi siamo gia' stati propositivi e costruttivi. Non c'e' piu' alcuna ragione per tenere Scura e Urbani, se si vogliono riorganizzare i servizi sanitari con criterio e per il bene dei calabresi. L'unico motivo per cui i due rimangono al loro posto e' l'imminenza delle amministrative. Il diritto alla salute non puo' essere subordinato ai calcoli di partito".