Direttore: Aldo Varano    

GIOIOSA J. (RC) ospita il campionato regionale di potatura dell'olivo

GIOIOSA J. (RC) ospita il campionato regionale di potatura dell'olivo
 

 

   

Gioiosa Ionica ospita, anche quest’anno, le giornate formative sulla potatura dell’olivo nella Locride. L’iniziativa, promossa dalla sede di Locri del Centro di Sviluppo Agricolo dell’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese (Arsac) e dall’associazione L’Aratro di Gerace, ha prontamente trovato l’adesione dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Fuda, stante la portata dell’argomento trattato.  Quest’anno, peraltro, in seguito all’ingresso nel Comitato Nazionale di coordinamento del campionato di potatura dell’olivo allevato a vaso policonico, la manifestazione assume i connotati di Campionato regionale di potatura dell’olivo allevato a vaso policonico. I primi tre classificati avranno diritto di accesso diretto al 14° campionato nazionale che quest’anno si svolgerà nel Lazio a fine aprile. Il programma, articolato in due giorni, prevede un seminario divulgativo sul tema “Tecniche di potatura dell’olivo” che si terrà la mattina di venerdì otto aprile presso l’auditorium comunale di Gioiosa Ionica. Nel pomeriggio vi sarà una prova dimostrativa di potatura presso una locale azienda agricola. Nella mattinata di sabato , invece, vi sarà la competizione vera e propria, con relativa premiazione nel pomeriggio. I soggetti promotori hanno previsto dei premi, tra i quali una motosega professionale. Non vi è dubbio che l’iniziativa riveste una notevole importanza per le finalità che consegue. Come Amministrazione comunale, nell’esprimere la nostra soddisfazione per la scelta di Gioiosa Ionica, riteniamo che le sfide per una agricoltura di qualità si raccolgono con una adeguata formazione, per raggiungere risultati all’insegna di maggiore efficienza ed efficacia. La coltivazione dell’olivo rappresenta un valore aggiunto per la debole economia del comprensorio. Certamente si rende necessario maggiore attenzione per il comparto da parte delle Istituzioni, valorizzando le filiere, la creazione di marchi, sostegno per la commercializzazione. I produttori e gli addetti del settore, dal canto loro, devono fare la loro parte in termini formativi e di accrescimento del bagaglio esperienziale. Il corso di potatura va in questa direzione, per cui siamo certi che la partecipazione sarà numerosa e qualificata.