Direttore: Aldo Varano    

Calabria. PACENZA (Fi): Grazie a tutti ma non mi ricandido

Calabria. PACENZA (Fi): Grazie a tutti ma non mi ricandido
"Non saro' schierato in prima linea alle prossime elezioni regionali, ma
restero' comunque al servizio della politica per continuare un percorso che, in
questi sei anni, mi ha stimolato e gratificato". Cosi' il presidente della terza
Commissione Sanita' del Consiglio regionale, Salvatore Pacenza, a poche ore
dalla presentazione delle liste che competeranno alle elezioni regionali in
programma il prossimo 23 novembre. "Tanto mi sentivo di annunciare - prosegue -
ai tanti amici ed elettori che, negli anni della mia attivita' istituzionale,
svolta ai massimi livelli in CALABRIA, mi hanno
accompagnato, consigliato e sostenuto. Sebbene sofferta e a lungo ponderata nel
corso delle ultime settimane, tale decisione, e' frutto di una riflessione
onesta e responsabile. Alcune scelte operate dal mio partito a livello nazionale
su temi cruciali, cosi' come la confusione che sta accompagnando la compilazione
delle liste per le elezioni del prossimo 23 novembre, mi hanno spinto a credere
che, allo stato, non ci siano le condizioni per chiedere una riconferma agli
elettori. A mio avviso, i partiti stanno fuggendo dal compiere scelte coraggiose
e di appartenenza politica, in ragione di una forsennata ricerca di consenso da
raccattare dentro l'urna. Considero tale attitudine dei partiti non coerente con
quelle che sono le istanze avanzate a gran voce dall'elettorato calabrese,
all'indomani della chiusura anticipata del governo regionale. Compio dunque
questa scelta serenamente e con l'intenzione di continuare a fare politica
attiva anche se al di fuori delle istituzioni per il momento". "Lo faccio -
afferma Pacenza - consapevole anche del fatto che lascio in dote al mio partito
e alla coalizione moderata quanto di buono ho tentato di fare nel corso
dell'ultima Legislatura in qualita' di consigliere, prima, di presidente del
comitato per la qualita' e la fattibilita' delle leggi, poi, e da presidente
della III Commissione, infine. Dalle battaglie per l'istituzione e il
funzionamento del Registro tumori, alla scheda di analisi tecnico-normativa sui
progetti di legge, all'attivita' di riordino della legislazione portata avanti
dal Comitato regionale per la qualita' e la fattibilita' delle leggi che ha
richiesto un'attenta analisi dell'impianto normativo vigente dal 1971 al 2011
(con 1.145 leggi promulgate; 298 abrogate; 251 leggi finanziarie e 596 leggi
vigenti), all'impegno per i diabetici, per i malati di Alzheimer e gli
emofiliaci, all'impulso per l'istituzione dell'Enoteca regionale; lascio aperte
una serie di iniziative che spero vengano riprese da chi ci seguira' al governo
della Regione. Nel considerare questo un arrivederci e non cero un addio, mi
sento di dire: grazie a tutti".