Direttore: Aldo Varano    

Wanda Ferro (Cdx): Voglio Governare la Regione in netta discontinuità col passato

Wanda Ferro (Cdx): Voglio Governare la Regione in netta discontinuità col passato

''Il centrodestra e' in campo per onorare una sfida: non la vittoria fine a se stessa, ma la reale opportunita' di governare la Calabria, con chiarezza, credibilita', e nel segno di una totale discontinuita' con gli ultimi trent'anni di regionalismo. I tanti governi che si sono succeduti nei decenni sono rimasti imbrigliati nelle reti dei ricatti, dei veti, delle spartizioni, delle cambiali da pagare. Io ho scelto di avere dalla mia parte soltanto tre liste - Forza Italia, Casa delle Liberta' e Fratelli d'Italia -, composte da uomini e tante donne di valore, da amministratori, da professionisti, da brillanti intelligenze della societa' civile, che hanno sposato fin dall'inizio la mia proposta, oltre agli amici di storici partiti come la Democrazia Cristiana e il Nuovo Psi di Caldoro che, pur senza scendere in campo direttamente, mi daranno il loro sostegno''. Lo ha dichiarato Wanda Ferro, candidata del Centrodestra alla Presidenza della Regione Calabria.

''Ho sempre avuto la consapevolezza che chiudere le porte della coalizione a chi ha pensato di contrattare la propria appartenenza, significa potere arrivare al governo della Regione a mani libere, assumere con i calabresi impegni che possono davvero essere mantenuti, segnare una reale rottura con i tanti protagonisti dei decenni di malgoverno regionale che oggi sono schierati in forze dalla parte del centrosinistra. Ho deciso di percorrere una strada in salita, rinunciando forse a qualche pacchetto di consensi, ma potendo affermare che sulle liste che mi sostengono non c'e' il cappello di vecchi o nuovi colonnelli, ne' il peso di contrattazioni romane, locali o personali. Avevo sperato che il centrosinistra raccogliesse il mio appello ad una moralizzazione della politica, bloccando quelle porte girevoli che consentono ad alcuni personaggi di saltare da uno schieramento all'altro a seconda della direzione del vento e degli interessi personali, e ponendo quindi un argine a quelle transumanze che rappresentano un male della Calabria. Oggi e' chiaro perche' la mia sfida e' caduta nel vuoto: per comporre le proprie liste il centrosinistra ha pescato in un mare di transfughi che con il centrodestra hanno avuto incarichi importanti incarichi istituzionali: consiglieri e assessori comunali e provinciali, persone che hanno avuto un ruolo nella sanita'. Questa sarebbe una proposta di rinnovamento e di discontinuita'? Io continuero' a rivolgermi ai calabresi liberi e onesti, alle donne, ai giovani, alle famiglie, al mondo del lavoro e delle imprese, al mondo della cultura- conclude Ferro - nella consapevolezza che la vittoria del centrodestra significhera' lo storico azzeramento di quel sistema politico e di potere che ha gettato la Calabria nel baratro''.