Direttore: Aldo Varano    

Falcomatà a Sky: Reggio non è la città di ‘ndrangheta e malaffare

Falcomatà a Sky: Reggio non è la città di ‘ndrangheta e malaffare

''Sono renziano nel modo di intendere la politica, nell'abbandono delle vecchie liturgie e nel badare al pratico''. Lo ha detto il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomata' a Sky Tg24, intervistato da Emilio Carelli. ''Renzi mi ha fatto i complimenti per il risultato elettorale - ha continuato il sindaco - e ci siamo dati appuntamento al 7 novembre quando verrà a Reggio per rendere operativa la cabina di regia'' calabrese. ''Bisogna comprendere - ha aggiunto - che Reggio non è la città del malaffare e della 'ndrangheta ma la sua parte migliore è fatta di energie positive che vogliono mettersi al servizio della comunità. Se non riparte la Calabria è difficile che possa ripartire il Paese''.

A proposto delle vicende giudiziarie che hanno avuto come protagonisti il cognato, Demetrio Naccari Carlizzi e la sorella, Valeria Falcomata', il primo cittadino ha spiegato che ''non creano alcun imbarazzo. E' davvero risibile la cosa ed è stata utilizzata in maniera strumentale in campagna elettorale''.

Falcomatà ha affermato di voler lanciare ''un messaggio chiaro di discontinuità col passato, per esigenze di rinnovamento della classe dirigente cittadina. Sono state fatte scelte amministrative miopi e sbagliate - ha detto - perché' sono mancati i programmi e l'affermazione delle regole''. ''Il primo gesto concreto fatto nei confronti della città è la pulizia straordinaria dei cimiteri, in occasione delle feste novembrine''. E poi ha ribadito: ''La città deve tornare alla normalità, serve garantire la corretta raccolta di rifiuti, la corretta erogazione del servizio idrico, la depurazione delle acque. Dobbiamo ritornare il prima possibile all'anno zero''.